Il regista di Santa Maradona, Marco Ponti, dopo 12 anni torna sul grande schermo con Passione Sinistra, commedia romantica che prende in giro e supera la vecchia dualità tra destra e sinistra.

Lo stesso regista parla della sua pellicola come di un film “grillino” che “racconta che il binomio destra-sinistra è totalmente da superare e io credo che Beppe Grillo abbia detto chiaro e tondo che il mondo sta andando in una direzione diversa, l’ha detto sia a chi è d’accordo con lui e sia a chi non è d’accordo con lui“.

La trama di Passione Sinistra ruota intorno all’incontro casuale dei due protagonisti: Nina (Valentina Lodovini) e Giulio (Alessandro Preziosi). Lei idealista e di sinistra, lui ricco e arrogante. L incontro-scontro tra i due farà esplodere una passione inquietante, decisamente “sinistra”.

Anche se lei e il padre non saranno mai d’accordo sulle cose – ha detto Ponti – comunque il figlio potrà andare a prendere qualcosa lì e qualcosa là ed è quello che auspico possa accadere a questo paese, ma anche a me stesso, di essere così lucido da prendere il bene delle cose“.

Nel cast anche Geppi Cucciari, Eva Riccobono nei panni della bionda svampita Simonetta ed il seduttore Bernardo, che ha il volto di Vinicio Marchioni. Il film sarà al cinema dal prossimo 18 aprile.