Settimana dedicata al cinema d’autore e indipendente, con qualche punta di genere tra l’action e l’animazione. Per una volta nessuna commedia tra i film al cinema che potrete vedere nel weekend del 9-10 maggio.

Leviathan: premiato a Cannes con la Palma d’oro per la migliore sceneggiatura, il film è diretto da uno degli autori russi più coccolati dai festival, quell’Andrey Zvyagintsev che nel 2003 aveva vinto il Leone d’oro grazie a Il ritorno.

In questa pellicola carica di ironia cinica e disperata si affrontano molti temi sociali di stretta attualità per la realtà russa, a partire da quello delle prepotenze dei poteri forti.

Il protagonista Kolia, un ex militare irascibile e violento, viene messo a dura prova come il biblico Giobbe quando il sindaco del remoto villaggio del nord del Paese in cui vive decide di volersi impadronire delle sue terre a tutti i costi.

Cake: una Jennifer Aniston inedita, senza trucco e finalmente alle prese con un ruolo drammatico è la protagonista e la produttrice esecutiva di questo film indipendente.

L’attrice che è divenuta famosa grazie alla serie Friends veste i panni di Claire, una donna in acuta crisi depressiva che dopo un brutto incidente è afflitta da acuti dolori ed è quindi divenuta dipendete dagli antidolorifici che assume costantemente.

Ossessionata dal suicidio di una donna che frequentava il suo gruppo di supporto, Claire inizierà a frequentare la sua famiglia, venendo a patti con il proprio senso di colpa.

Forza maggiore: uscito per un soffio dalla cinquina dei film candidati all’Oscar come migliore opera straniera, il film dello svedese Robert Ostlund, un acuto, sardonico e surreale sguardo sugli obblighi e le aspettative sociali e di genere, arriva ora nei cinema italiani.

Tomas e Ebba si godono una meritata vacanza sulle Alpi insieme ai figli. Il loro matrimonio è in una fase di stanca e la tensione, per quanto sottile, è palpabile.

La situazione esplode quando un evento imprevisto mette a nudo le priorità dei due, ponendo in dubbio tutto ciò che i coniugi sapevano l’uno dell’altra e costruendo le basi per un nuovo rapporto.

Doraemon Il film – Le avventure di Nobita e dei cinque esploratori: nato come un manga nel 1969 dal team Fujiko F. Fujio, il personaggio del gattone blu proveniente dal futuro è diventato velocemente uno dei favoriti dei bambini italiani in seguito alla trasmissione del cartone animato negli anni ’80.

In questo film, che è un remake di una pellicola del 1982, il protagonista Nobita durante le vacanze estive insieme ai suoi amici incontra un misterioso cane bianco di nome Peko.

Questi sarà il motore dell’avventura tanto desiderata che li porterà a esplorare la giungla africana.

The Gunman: Sean Penn è il protagonista di questo film d’azione politicamente impegnato diretto da Pierre Morel, il regista del primo Taken.

L’attore interpreta il personaggio di un ex contractor che dopo un omicidio politico deve troncare una storia d’amore con Annie (Jasmine Trinca), una volontaria conosciuta in Congo, che avrebbe potuto redimerlo.

Otto anni dopo, tornato nel Paese africano per costruire un pozzo, l’ex mercenario si troverà a dover affrontare il proprio passato prima scampando per miracolo a un attentato, e poi ritrovando Annie tra le braccia dell’uomo che lo vuole morto.