Riprende la stagione cinematografica dopo le feste natalizie e con il ciclone Quo vado? di Checco Zalone ancora in corso: tra i film al cinema nel weekend del 9-10 gennaio non ci sono ovviamente commedie, e sopratutto non italiane, e l’offerta si concentra su due pellicole d’autore come Carol e Macbeth, nonché sulla seconda prova registica di Laura Morante, su un horror a tema possessione diabolica e un film sulla crisi finanziaria.

La grande scommessa: cast d’eccezione quello del film diretto da Adam McKay, già regista di Anchorman. Ryan Gosling, Steve Carell, Christian Bale e Brad Pitt sono infatti i protagonisti di questa pellicola in cui vestono i panni di quattro investitori che, contrariamente alle previsioni, riescono a guadagnare durante la crisi mondiale del 2008. Partecipano anche Selena Gomez, Margot Robbie, Marisa Tomei e Melissa Leo.

Carol: applauditissimo a Cannes, dove Rooney Mara ha vinto la Palma d’oro, ecco arrivare in Italia l’attesissimo film di Todd Haynes. Un po’ come Lontano dal paradiso, anche Carol racconta la nascita di un amore omosessuale che si deve scontrare con il perbenismo che vigeva negli anni ’50 in America. Magistrale l’interpretazione di Cate Blanchett, candidata agli Oscar per questo ruolo (potrebbe essere la sua quarta statuetta). Per conoscere tutti i segreti del film questo è il link da seguire.

Macbeth: sanguinaria e misteriosa, la tragedia scozzese di Shakespeare è una delle più amate dai cineasti. A proporne una nuova versione è l’australiano Justin Kurzel, qui accompagnato dai talentuosi attori Michael Fassbender e Marion Cotillard nei panni dei due Macbeth accecati dalla brama di potere. Per scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul film, girato tra mille difficoltà, vi consigliamo questo link.

The Vatican Tapes: Mark Neveldine, metà dell’apprezzato duo Neveldine & Taylor, mette a segno un horror che riprende il tradizionale tema della possessione demoniaca e dell’esorcismo. La giovane Angela viene ricoverata dopo essere svenuta in seguito a una banale ferita al dito. Rimasta in coma per 40 giorni, la ragazza si risveglia all’improvviso, ma è completamente cambiata, essendo il suo corpo abitato da uno spaventoso demoni antico di millenni.


Assolo: Laura Mortante è qui alla sua seconda prova dietro la macchina da presa dopo Ciliegine. Il modello di riferimento è ancora una commedia intima che flirta con il dramma, più francese che italiana come ispirazione: Flavia è una donna cinquantenne che non riesce a staccarsi dai suoi ex mariti e che vive un rapporto di dipendenza dagli uomini. Riuscirà a vivere serenamente la propria esistenza senza appoggi emotivi che le fanno più male che bene? Nel cast anche  Piera Degli Esposti, Francesco Pannofino, Lambert Wilson, Marco Giallini