Rispetto alla settimana scorsa tra i film al cinema questo weekend si registra un minore tasso autoriale, controbilanciato da robuste iniezioni di pellicole popolari con un paio di eccezioni che si pongono nel mezzo. Vediamo quali sono.

Focus – Niente è come sembra: la prima volta della coppia Margot Robbie – Will Smith, che ritroveremo anche nel prossimo Suicide Squad (anche se l’attrice australiana in quel caso sarà la partner del Joker Jared Leto).

Glenn Ficarra e John Requa, già rispettati autori di pellicole come Crazy Stupid Love e Colpo di fulmine – Il mago della truffa, ritornano alla tradizione dell’heist movie che li ha resi famosi.

Smith interpreta Nicky, un mago dell’imbroglio, che prende sotto la propria ala protettrice la bella e promettente Jess, con la quale nasce una storia d’amore. Per non farla soffrire però Nicky decide di allontanarla, almeno fino a quando, tre anni dopo, questa si ripresenta proprio nel mezzo del suo ultimo pericoloso colpo prima del ritiro.

Superfast, Superfurious: una grande saga come quella di Fast and Furious, arrivata ormai al settimo capitolo, è destinata a generare sicuramente delle parodie, genere molto apprezzato negli Stati Uniti, anche se un po’ meno da noi (probabilmente per la mancanza di veri e propri franchise autoctoni).

Tra balletti, giochi di parole, situazione assurde e sottotesti omoerotici, il film racconta la storia del poliziotto Lucas White, infiltrato nella banda di Vin Serento, leader dei piloti clandestini di Los Angeles, che ha intenzione di derubare il boss della malavita locale.

Per recuperare il bottino, nascosto in un Taco Bell, Serento detto Torello si trascinerà dietro l’intero ristorante, come accadeva con la cassaforte del quinto Fast and Furious.

Black or White: non sarà più lo stesso volto celebre di una volta, ma Kevin Costner mantiene intatto il suo fascino attoriale anche in età avanzata.

Nel film, in cui viene affiancato dal premio Oscar Octavia Spencer, l’ex Balla coi lupi si ritrova in mezzo a una dolorosa causa di affidamento familiare. L’avvocato Elliot deve fare i conti con la scomparsa improvvisa della moglie, con la quale aveva cresciuto la nipotina Eloise dopo la morte della figlia.

A ostacolarlo ci penserà la nonna paterna della ragazzina, Rowena, che cerca di ottenere la custodia di Eloise facendo leva sulle differenze razziali e sul vizio della bottiglia che affligge Elliot da qualche tempo.

The Search: Michel Hazanavicius torna al cinema insieme alla sua musa-moglie Bérénice Bejo dopo il grandissimo successo di The Artist, vincitore di 5 premi Oscar, tra cui quelli per il miglior film e la migliore regia.

In questa opera di impegno civile il cineasta racconta la tragedia della seconda guerra cecena attraverso gli occhi di una rappresentante dell’Onu che tra le rovine incontra il piccolo orfano Hadji, che sta cercando di prendersi cura del fratello neonato.

Sulle tracce del bambino anche la sorella maggiore, mentre assistiamo anche ai primi giorni nell’esercito russo della recluta Kolia.

Nessuno si salva da solo: nuovo film della coppia Sergio Castellitto – Margaret Mazzantini, rispettivamente regista e autrice del romanzo originale, che mettono in scena l’inedita combinazione formata da Jasmine Trinca e Riccardo Scamarcio.

Gaetano e Delia, separati da tempo, si ritrovano in un ristorante per organizzare alcuni dettagli riguardanti i figli.

Inizia così una lunga discussione, interrotta da frequenti flashback, che ci racconta del fallimento di una grande storia d’amore tra due persone dalla numerose difficoltà personali.