Storie d’amori francesi, drammi sui turbamenti giovanili e documentari sull’infanzia italiani, kolossal supereroistici americani: sono solo alcuni dei film al cinema in questo weekend del 25-26 aprile.

Sarà il mio tipo: la Francia non produce solo storie d’amore romantiche, ma il film diretto da Lucas Belvaux fa poco per smentire questo stereotipo.

Protagonisti della pellicola sono due personaggi che hanno ben poco in comune: Clement (Loic Corbery), un docente di filosofia che si è trasferito per lavoro da Parigi nella cittadina del nord di Arras e la parrucchiera Jennifer (Emilie Dequenne), esuberante e orgogliosissima del proprio piccolo borgo.

La coppia è divisa per interessi culturali, traiettorie, frequentazioni e aspirazioni: da una parte i tomi dei classici, dall’altra i romanzi rosa e le serate con le amiche.

Riusciranno Clement e Jennifer a superare gli ostacoli illusori che li separano e vivere la loro storia d’amore?

I bambini sanno: Walter Veltroni torna al documentario dopo l’exploit dell’anno scorso dedicato al suo passato politico, Quando c’era Berlinguer.

Il film dell’ex sindaco di Roma, qui alla seconda regia, è una sorta di inchiesta sui bambini italiani, che parte da quel luogo comune che vuole la purezza come portatrice di verità.

Vengono così interrogati 39 piccoli cittadini di ogni estrazione sociale e provenienza geografica, con un occhio sulle situazioni più “particolari” su alcuni temi importanti quali la felicità, la pace, i diritti civili.

Adaline – L’eterna giovinezza: Blake Lively è la protagonista di un film che ricorda da vicino lo sfortunato Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher.

La storia è quella della giovane Adaline, che all’inizio del Novecento invece che morire a causa di un incidente automobilistico rimane per sempre ferma ai 29 anni.

Inevitabilmente la vita le scorre davanti: sopravvive alla figlia, deve reinventarsi ogni decade per non destare sospetti e decide di non innamorarsi più per non soffrire. Ma l’incontro con il giovane Ellis, che nasconde un segreto, le farà cambiare idea.

Avengers Age of Ultron: finalmente nei cinema il sequel del crossover definitivo della Marvel cinematografica, ancora una volta (ma per l’ultima volta) affidato al regista-sceneggiatore Joss Whedon.

Come è già noto da tempo in questo film la minaccia è rappresentata da Ultron, l’intelligenza artificiale creata da Iron Man che si rivolta al suo creatore e decide di sterminare la razza umana.

Tra le nuove aggiunte al cast di supereroi si fanno notare Quicksilver – Aaron Taylor Johnson, Scarlet Witch – Elizabeth Olsen e l’androide Visione – Paul Bettany.

Short Skin: sviluppato grazie al progetto di Biennale College, il debutto su grande schermo di Duccio Chiarini mette in scena “malattia” molto delicata e imbarazzante per parlare degli eterni dolori dell’adolescenza.

Protagonista è il giovane Edo, affetto da fimosi, una condizione che non riesce a procurargli piacere sessuale. Durante un’estate al mare, complici i primi turbamenti d’amore, il ragazzo riuscirà a superare i suoi problemi emotivi e psicologici.

Samba: il duo del successo inaspettato Quasi Amici, i registi-sceneggiatori Eric Toledano e Olivier Nakache ritorna al cinema con una commedia più amara rispetto al film precedente. Protagonista è ancora una volta Omar Sy, questa volta affiancato da Charlotte Gainsbourg, e guest star d’eccezione è Tahar Rahim.

Il senegalese Samba, stufo di aspettare in un centro di accoglienza di Parigi, per evitare di essere rimpatriato chiede aiuto a un’associazione che si occupa di immigrazione.

Qui fa la conoscenza di Alice, donna stressata in congedo, e tra i due nasce un sentimento: sarà solo un rapporto di mutuo interesse o quello che nasce tra la coppia è vero amore?