La nostra guida ai film in uscita durante il weekend del 24-25 gennaio 2015: un fine settimana cinematografico all’insegna dell’azione, dell’animazione, e della commedia, pura e drammatica, tutta italiana.

John Wick: Keanu Reeves non è più l’attore che ha conquistato il mondo grazie a Point Break e alla trilogia di Matrix, ma si sta lentamente riciclando verso un cinema di genere a budget minori ma di maggiore onestà.

In questo film, diretto dall’ex stuntman Chad Stahelski, Reeves interpreta un personaggio iconico del thriller d’azione moderno, quello del killer micidiale che ritorna in azione suo malgrado, spinto dalla violenza del mondo esterno.

John Wick ha infatti chiuso con il proprio passato e sta lentamente riprendendosi dalla morte della moglie, anche grazie all’aiuto del suo cagnolino. Quando una banda di balordi ucciderà il suo animale per John sarà il momento di tornare a esercitare la professione, mettendosi contro i coleghi di un tempo.

Minuscule – La valle delle formiche perdute: come si vive a pochi centimentri da terra? È la domanda che si pongono Thomas Szabo e Hélène Giraud, gli autori del cortometraggio Miniscule, che è poi divenuto una serie televisiva e ora un lungometraggio per il cinema.

Mescolando animazione tridimensionale e riprese dal vere i registi hanno ricreato un mondo del tutto privo di dialoghi in cui i protagonisti sono dei piccoli insetti.

Al centro della storia i resti di un pic-nic che diventa il bottino di una terribile battaglia tra due tribù di formiche, una rossa guerriera e l’altra nera operaia. Interverrà anche una grassa coccinella che farà amicizia con una formichina nera aiutandola nell’impari lotta.

Il nome del figlio: remake della commedia francese Cena tra amici, a sua volta tratta da un testo teatrale di grande successo in patria, l’ultimo film di Francesca Archibugi è un ritratto sociologico dell’Italia moderna.

In un appartamento della Roma bene si ritrovano due coppie per celebrare la notizia della gravidanza di una delle due: Paolo è un arrembante agente immobiliare, mentre Simona è una bellissima scrittrice di periferia, autrice di successo; dall’altra parte troviamo la sorella di Paolo, Betta, madre di due bambini e insegnante, e il professore universitario precario Sandro. Nel mezzo l’amico comune Claudio, musicista che cerca di fare da paciere.

Ce ne sarà bisogno, perché la scelta del nome del nascituro, carica di significato, farà nascere una discussione esplosiva per i rapporti tra i presenti. Cast d’eccezione con Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Rocco Papaleo, Luigi Lo Cascio e Alessandro Gassman.

Still Alice: Julianne Moore grazie a questo film realizzato dalla coppia Richard Glatzer e Wash Westmoreland si è candidata di prepotenza all’Oscar come migliore attrice dell’anno.

D’altro canto agli Academy piacciono sempre molto le storie intensamente drammatica e quella della madre e insegnante di linguistica Alice che scopre di soffrire di Alzheimer precoce è di sicuro una di queste.

La donna decide di vivere la propria vita appieno, recuperando il rapporto con le figlie e affrontando a testa alta la battaglia contro la malattia.

Sei mai stata sulla luna?: Raoul Bova e Liz Solari sono i protagonisti della nuova commedia di Paolo Genovese, incentrata sul contrasto tra l’ambiente urbano e quello campagnolo.

La protagonista è infatti la direttrice cinica, snob e antipatica di un famoso giornale di moda, che improvvisamente dopo la morte del padre si trova catapultata nella masseria pugliese in cui è stata bambina.

La donna vorrebbe sbarazzarsi velocemente della proprietà, ma la presenza dell’affascinante vedovo Renzo la tratterrà più del dovuto. Nel cast Pietro Sermonti, Neri Marcorè, Giulia Michelini, Emilio Solfrizzi, Sabrina Impacciatore, Sergio Rubini, Nino Frassica e Paolo Sassanelli.

Foto: M2 Pictures