Exodus – Dei e Re: Ridley Scott torna a uno dei generi che lo hanno reso celebre, ovvero l’affresco storico.

In questo caso lo sfondo è totalmente biblico, dato che l’autore de Le Crociate, Mission, Il gladiatore e I duellanti racconta di come Mosé, fratello del faraone Ramses, divenne il condottiere del popolo degli Israeliti e guidò il loro esodo al di fuori dei confini egiziani.

Asterix e il regno degli Dei: tornano gli eroi delle strisce di Uderzo e Goscinny, con un’avventura tratta dal diciassettesimo albo della serie, la prima interamente realizzata con un’animazione tridimensionale.

In questo episodio Cesare, che vuole sbarazzarsi dei Galli, decide di attuare un nuovo piano: costruirà intorno alle patria di Asterix e Obelix un resort per i romani, in modo da irretire i “barbari” mostrando loro comfort e lusso della “civiltà”. Riusciranno i rudi e spicci Galli a resistere alle sirene della modernità?

La teoria del tutto: Stephen Hawking è famoso in tutto il mondo non soltanto per la sua malattia, l’atrofia muscolare progressiva che lo ha costretto all’immobilità, ma anche per gli enormi contribuiti forniti alla fisica, di cui è un eccellente divulgatore pop.

In questo biopic di James Marsch Eddie Redmayne interpreta dunque il celebre scienziato che ne descrive la vita dall’infanzia fino alla definitiva affermazione, passando per il matrimonio con la moglie, interpretata da Felicity Jones.

Hungry Hearts: il nuovo film di Saverio Costanzo, premiato a Venezia con una doppia Coppa Volpi ai due protagonisti, si chiede cosa succeda a una storia d’amore quando penetra l’ossessione.

Mina e Jude – Adam Driver e Alba Rohrwacher – si conoscono a New York, si innamorano e poi si sposano. Quando nasce il loro primo figlio però qualcosa si rompe: Mina si convince che il suo sia un bambino speciale, che deve essere protetto dalla corruzione del mondo. Il suo comportamento rischia di compromettere la salute del piccolo e Jude inizia così una battaglia per salvare sua figlio.

Italo: tratto da una storia vera, il film racconta le vicende del cane Italo, un bastardino colore del miele arrivato nel 2009 a Scicli, Sicilia, in condizioni critiche.

Superata l’iniziale diffidenza degli abitanti del paesino, Carmelo detto Meno e anche Italo fa amicizia con un bambino solitario e diventa la mascotte cittadina, arrivando persino a fare da guida ai turisti.

Nel cast del film d’esordio di Alessia Scarso fa il suo debutto sul grande schermo Marco Bocci, accompagnato da Elena Radonicich, Barbara Tabita e la voce narrante di Leo Gullotta.