La figlia di Whitney Houston e del rapper Bobby Brown, Bobbi Kristina, sarebbe uscita dal coma. Contrariamente alle notizie che erano state diffuse qualche tempo fa (leggi qui l’articolo sulla morte cerebrale di Bobbi Kristina), l’unica figlia di Whitney Houston sarebbe quindi riuscita a sopravvivere ad un episodio che è ancora tutto da chiarire. Lo scorso 31 gennaio Bobbi Kristina era stata infatti ritrovata, priva di sensi, nella vasca da bagno della sua casa.

La notizia aveva subito fatto pensare ad una tragica coincidenza con quanto avvenuto tre anni prima a Whitney Houston, che fu trovata morta proprio in una vasca da bagno. Un episodio alquanto sospetto perché qualche giorno prima la ragazza aveva twittato alcuni messaggi su sua madre e perché il ritrovamento del suo copro privo di sensi è avvenuto a pochi giorni del terzo anniversario della scomparsa della grande cantante americana.

Da quel drammatico 31 gennaio, la figlia di Whitney Houston ha vissuto attaccata ad un respiratore e sono state davvero poche le notizie in merito alle sue condizioni di salute. Il silenzio è stato portato avanti anche dalla famiglia di Bobbi Kristina, che ha voluto, giustamente, mantenere il più stretto riserbo su una faccenda così delicata.

Oggi però la notizia che la ragazza si sia svegliata è stata confermata anche sul profilo Facebook di Tina Brown, sua zia, che su Facebook ha confermato che Bobbi Kristina è sveglia, non ha più bisogno del respiratore, che sta bene ma che occorrerà del tempo prima che si riprenda del tutto.