Ficarra e Picone durante la presentazione, Roma, del nuovo film, “Anche se è amore e non si vede” che verrà distribuito nelle sale cinematografiche italiane tra pochi giorni, hanno scherzato sul governo Berlusconi appena finito.

Salvo Ficarra tira subito la battuta – piuttosto veritiera, in realtà – su quanto sia difficile per i comici nostrani esportare all’estero il proprio prodotto e quanto, invece, sia stato semplice per i politici del governo uscente, farsi conoscere e portare a casa il grande risultato di riuscire a far ridere chiunque su scala internazionale.

Ficarra si mostra oltretutto alquanto sorpreso nei confronti del nuovo governo tecnico, che, nella persona di Mario Monti durante l’incontro avuto con la stampa, si è trovato a rispondere in maniera cortese a tutte le domande che gli sono state rivolte dai giornalisti, senza nemmeno accennare ad un comportamento grottesco ed offensivo verso nessuno.

Non ha compiuto il minimo gestaccio, né si è abbandonato alla volgarità, né ha voluto insultare la condizione di precariato nella quale sta annegando la maggior parte dei cittadini del nostro Paese – ha continuato Salvo Ficarra – e tutta questa normalità, gli è parsa davvero singolare.

Fino ha che Ficarra ha commentato che, evidentemente, se ci troviamo dinnanzi ad un governo tecnico, per quasi vent’anni abbiamo avuto a che fare con un governo di fantasia.