Sono appena stati annunciati i nuovi palinsesti Rai e, in mezzo ad alcune novità, come l’arrivo della Gialappa’s Band, spunta anche una conferma: Carlo Conti sarà il presentatore del Festival di Sanremo 2016. Non è finita qui, perché al toscano sarà affidata la direzione artistica non solo della prossima edizione, ma pure quella del 2017.

La notizia era già nell’aria, considerato il grande successo riscosso dall’edizione di quest’anno del Festival di Sanremo, ma adesso è arrivata la conferma ufficiale. A dichiararlo è il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone: “Quando affidammo a Conti la conduzione e la direzione artistica del Festival, gli dissi che avrei voluto da parte sua un impegno a lungo termine, di almeno tre anni per rifondarlo e rinnovarlo profondamente. Lui si è mosso proprio in questa direzione, riprogettandolo, riportando i giovani in testa e ricreando la canzone unica. Alla luce di un successo che è andato oltre le nostre aspettative, non ha cambiato idea. Oggi posso confermare ufficialmente che Carlo Conti farà altri due Festival come direttore artistico, fino al 2017, e di sicuro per il 2016 come conduttore”.

È stato invece direttamente Carlo Conti a svelare una novità legata al prossimo Sanremo: “Nessun talent. Sanremo Giovani sarà semplicemente una prima serata in onda a novembre per conoscere i sei concorrenti del Festival, più i due di Area Sanremo”.

Insieme all’attesa conferma di Carlo Conti a Sanremo, dalla presentazione dei nuovi palinsesti dell’autunno arrivano però anche alcune novità. Quella più sorprendente è l’approdo in Rai della Gialappa’s Band, che su Facebook ha annunciato: “Ciao amici, dopo 30 anni in Mediaset abbiamo deciso di passare in Rai. L’anno prossimo condurremo una molto rinnovata edizione di Quelli che il Calcio e in primavera faremo un nostro nuovo programma in seconda serata su Rai2. Speriamo di divertirci, ma soprattutto di divertirvi”.

Oltre a Quelli che il Calcio, si rinnova anche Domenica In, con una nuova edizione che avrà Paola Perego e Salvo Sottile come conduttori e Maurizio Costanzo come capoprogetto.