Il Festival di Sanremo 2018 arranca in salita, è arrivato settembre ma non si hanno ancora notizie ufficiali sul nome del direttore artistico e su quello dei conduttori della kermesse. Nelle ultime ore pare abbia preso peso la presenza di Claudio Baglioni a Sanremo 2018 in veste di direttore artistico, il cantautore romano così prenderebbe il posto di Carlo Conti che lo è stato per le ultime 3 edizioni.  Baglioni pare che non abbia ancora deciso se accettare l’incarico tanto che anche il Direttore Generale Orfeo pare sia impegnato nell’operazione di convincimento. Il Festival infatti è in netto ritardo rispetto alla scaletta consolidata dell’era Conti dove in questo periodo veniva pubblicato il regolamento e si iniziava già a parlare di probabili conduttori e cantanti.

La presenza di Claudio Baglioni a Sanremo 2018 in qualità di Direttore Artistico è stata riportata su La Stampa dalla giornalista Tiziana Leone che scrive: “Una lunga estate per pensarci. Prendere in mano il Festival di Sanremo, per lui che dalla maglietta fina in poi non ha mai lasciato nulla al caso, pignolo fino all’osso, è di certo impresa ardua. E poi è già troppo tardi. C’è poco tempo. La direzione artistica della manifestazione musicale per eccellenza, quella che volente o nolente, resta l’evento dell’anno, fa comunque sempre la sua enorme paura. Così tra dubbi, convinzioni, ripensamenti, tentennamenti, nel frattempo è entrato nel mondo di Instagram e ha cambiato ufficio stampa, semplici segnali che lasciavano presagire un sì all’orizzonte. E ora quel sì sembra molto vicino, dunque signori, il Festival di Sanremo potrebbe avere a breve il suo direttore artistico: Claudio Baglioni”. 

Moltissimi i rumors che vengono riportati su giornali e siti web ma ancora nessuna ufficialità, la macchina di Sanremo però deve procedere e così da oggi i giovani potranno iscriversi per Sanremo Giovani.

Per quanto riguarda la conduzione rimangono in ballo tutte le ipotesi da Antonella Clerici e Massimo Ranieri a Virginia Raffaele, sarà compito del Direttore Artistico decidere il cast. La Leone  ipotizza anche una conduzione corale fatta da personaggi dello spettacolo e del cinema in netta contrapposizione con il one man show di Conti delle ultime edizioni. In verità i pochi esperimenti di conduzione corale non hanno mai trovato il successo a Sanremo dove ci deve essere una figura centrale che celebri la liturgia più nazionalpopolare della tv.