Pupo non si è lasciato scappare l’occasione di criticare talent show e Fabio Fazio e lo ha fatto in un’intervista rilasciata a Il Tirreno.

In questa occasione, alla domanda “Pupo non guarda i talent?”, il cantante avrebbe spiegano di non amare questo genere di programma televisivo poiché, al di là della realtà dei fatti che dimostrerebbe come gli artisti per ora usciti da questi contenitori non abbiano alcuna aspettativa a livello internazionale, il facile giudizio con cui liquidano i ragazzi non farebbe altro che creare ‘complessi sbagliati‘.

È difficile dargli torto, i ragazzi che escono da queste trasmissioni televisive, nella maggior parte dei casi, durano davvero poco, giusto il tempo di essere rimpiazzati dal vincitore dell’edizione successiva.

Solo personaggi come Noemi o Marco Mengoni, fino forse ad Alessandra Amoroso, hanno saputo crearsi una nicchia più di qualità e di approfondimento artistico tali da non essere solo una voce in mezzo al coro.

Ma ricordiamo che, a parte Alessandra, sia Noemi che Marco hanno attraversato momenti difficili, periodi di lontananza da questo mondo o di produzioni discografiche poco in linea con i desideri personali.

Per quanto possa sembrare una strada facile, quella dei talent in molti casi, o meglio nel caso in cui il cantante voglia essere un vero artista, è alla fine dei conti ancor più in salita.

L’intervista di Pupo prosegue, si parla anche, inevitabilmente, di Sanremo.

A questo proposito il cantante riflette sulle scelte artistiche di Fazio e Pagani e le definisce frutto di gusti personali che, però, non potranno avere grossi riscontri al di fuori della mura domestiche.

Non concordo, vi ricordo che Fazio ha scelto personaggi come Frankie Hi-Nrg Mc e Giuliano Palma, tra i più apprezzati dai giovani ascoltatori di musica (se così possiamo chiamarla) underground. Idem per la categoria delle nuove proposte dove troviamo The Niro e Zibba.