Mancano ormai pochi giorni all’avvio del Festival di Cannes di 2017, che si svolgerà dal 17 al 28 maggio. Come al solito tutti gli occhi sono puntati sulla competizione principale, che naturalmente comprende i nomi più rilevanti del panorama cinematografico mondiale.

In attesa di conoscere il vincitore della Palma d’oro, che verrà insignito del premio direttamente dalla madrina Monica Bellucci, abbiamo provato a elencare tutti i trionfatori delle scorse edizioni.

Vale la pena notare che è dal 1995 che esiste il premio che conosciamo oggi come Palma d’oro, mentre prima veniva utilizzata la denominazione di Grand Prix du Festival International du Film, che venne ripristinata tra il 1964 e il 1974 per questioni di copyright.

Vi sono stati alcuni registi che sono stati capaci di vincere per due volte il massimo riconoscimento, ma finora nessuno ha mai portato a casa una tripletta. Coloro che sono riusciti nell’impresa sono Alf Sjöberg, Francis Ford Coppola, Shohei Imamura, Emir Kusturica, Bille August, Jean-Pierre e Luc Dardenne, Michael Haneke e Ken Loach.

Il Paese che più si è contraddistinto nella competizione sono gli Stati Uniti, con ben 14 vittorie, seguiti da Italia (12), Regno Unito (10) e Francia (9).

Questa dunque la lista dei film vincitori del Festival di Cannes.

  • 1939 – Union Pacific di Cecil B. DeMille
  • 1946 – La grande svolta (Великий перелом, Velikij perelom) di Fridrikh Markovitch Ermler
  • 1946 – Uomini senz’ali (Muzi bez krídel) di František Čáp
  • 1946 – Iris fiore del nord (Iris och löjtnantshjärta) di Alf Sjöberg
  • 1946 – La vergine indiana (María Candelaria Xochimilco) di Emilio Fernández
  • 1946 – Neecha nagar (नीचा नगर) di Chetan Anand
  • 1946 – Breve incontro (Brief Encounter) di David Lean
  • 1946 – Giorni perduti (The Lost Weekend) di Billy Wilder
  • 1946 – I campi scarlatti (De rode enge) di Bodil Ipsen e Lau Lauritzen
  • 1946 – Sinfonia pastorale (La symphonie pastorale) di Jean Delannoy
  • 1946 – L’ultima speranza (Die Letzte Chance) di Leopold Lintberg
  • 1946 – Roma, città aperta di Roberto Rossellini
  • 1947 – Dumbo, l’elefante volante (Dumbo) di Ben Sharpsteen e Walt Disney
  • 1949 – Il terzo uomo (The Third Man) di Carol Reed
  • 1951 – La notte del piacere (Froken Julie) di Alf Sjoberg e Miracolo a Milano di Vittorio De Sica
  • 1952 – Otello (Othello) di Orson Welles e Due soldi di speranza di Renato Castellani
  • 1953 – Vite vendute (Le salaire de la peur) di Henri-Georges Clouzot
  • 1954 – La porta dell’inferno (地獄門, Jigokumon) di Teinosuke Kinugasa
  • 1955 – Marty – Vita di un timido di Delbert Mann
  • 1956 – Il mondo del silenzio (Le monde du silence) di Jacques Cousteau e Louis Malle
  • 1957 – La legge del signore (Friendly Persuasion) di William Wyler
  • 1958 – Quando volano le cicogne (Letjat zhuravli) di Mikheil Kalatozishvili
  • 1959 – Orfeo negro (Orfeu Negro) di Marcel Camus
  • 1960 – La dolce vita di Federico Fellini
  • 1961 – L’inverno di farà tornare (Une aussi longue absence) di Henri Colpi e Viridiana di Luis Bunuel
  • 1962 – La parola data (O Pagador de Promessas) di Anselmo Duarte
  • 1963 – Il Gattopardo di Luchino Visconti
  • 1964 – Les Parapluies de Cherbourg di Jacques Demy
  • 1965 – Non tutti ce l’hanno (The Knack… And How To Get It) di Richard Lester
  • 1966 – Un uomo, una donna (Un homme et une femme) di Claude Lelouch e Signore & signori di Pietro Germi
  • 1967 – Blow-Up di Michelangelo Antonioni
  • 1969 – Se… (If…) di Lindsay Anderson
  • 1970 – M*A*S*H (M*A*S*H) di Robert Altman
  • 1971 – Messaggero d’amore (The Go-Between) di Joseph Losey
  • 1972 – La classe operaia va in paradiso di Elio Petri e Il caso Mattei di Francesco Rosi
  • 1973 – Lo spaventapasseri (Scarecrow) di Jerry Schatzberg
  • 1974 – La conversazione (The Conversation) di Francis Ford Coppola
  • 1975 – Cronaca degli anni di brace (Chronique des années de braise) di Mohammed Lakhdar-Hamina
  • 1976 – Taxi Driver (Taxi Driver) di Martin Scorsese
  • 1977 – Padre padrone di Paolo e Vittorio Taviani
  • 1979 – Apocalypse Now (Apocalypse Now) di Francis Ford Coppola
  • 1980 – All That Jazz – Lo spettacolo continua (All That Jazz) di Bob Fosse e Kagemusha – L’ombra del guerriero (影武者, Kagemusha) di Akira Kurosawa
  • 1981 – L’uomo di ferro (Człowiek z żelaza) di Andrzej Wajda
  • 1982 – Missing – Scomparso di Costa-Gavras
  • 1983 – La ballata di Narayama (楢山節考, Narayama bushik) di Shoehei Imamura
  • 1984 – Paris, Texas di Wim Wenders
  • 1985 – Papà è in viaggio d’affari (Отац на службеном путу, Otac na sluzbenom putu) di Emir Kusturica
  • 1986 – Mission di Roland Joffé
  • 1987 – Sotto il sole di Satana (Sous le soleil de Satan) de Maurice Pialat
  • 1988 Pelle alla conquista del mondo (Pelle erobreren) di Bille August
  • 1989 – Sesso, bugie e videotape (Sex, Lies, and Videotape) di Steven Soderbergh
  • 1990 – Cuore selvaggio (Wild At Heart) di David Lynch
  • 1991 – Barton Fink di Joel e Ethan Coen
  • 1992 – Con le migliori intenzioni (Den goda vijian) di Bille August
  • 1993 – Lezioni di piano (The Piano) di Jane Campion e Addio mia concubina di Chen Kaige
  • 1994 – Pulp Fiction (Pulp Fiction) di Quentin Tarantino
  • 1995 – Underground di Emir Kusturica
  • 1996 – Segreti e bugie di Mike Leigh
  • 1997 – L’anguilla di Imamura Shohei e ex aequo Il sapore della ciliegia di Abbas Kiarostami
  • 1998 – L’eternità e un giorno di Theo Angelopoulos
  • 1999 – Rosetta di Luc e Jean-Pierre Dardenne
  • 2000 – Dancer in the Dark di Lars von Trier
  • 2001 – La stanza del figlio di Nanni Moretti
  • 2002 – Il pianista (The Pianist) di Roman Polanski
  • 2003 – Elephant di Gus Van Sant
  • 2004 – Fahrenheit 9/11
  • 2005 – L’enfant di Luc e Jean-Pierre Dardenne
  • 2006 – Il vento che accarezza l’erba di Ken Loach
  • 2007 – 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni di Cristian Mungiu
  • 2008 – La classe (Entre les murs) di Laurent Cantet
  • 2009 – Il nastro bianco di Michael Haneke
  • 2010 – Lo zio Boonme che si ricorda delle sue vite precedenti di Apichatpong Weerasethakul
  • 2011 – The Tree of Life di Terrence Malick
  • 2012 – Amour di Michael Haneke
  • 2013 – La vita di Adele di Abdellatif Kechiche
  • 2014 – Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan
  • 2015 – Dheepan – Una nuova vita di Jacques Audiard
  • 2016 – Io, Daniel Blake di Ken Loach