Il Festival di Cannes ha chiuso i battenti e ha decretato il successo del cinema di casa, quello francese. La Palma d’Oro è stata infatti assegnata al film Dheepan di Jacques Audiard e i premi per i migliori attori sono stati altresì assegnati ad interpreti transalpini (Vincent Lindon per La loi du marché ed Emmanuelle Bercot per Mon roi – anche se quest’ultima divide il premio con Rooney Mara per Carol).

Il giorno dopo la proclamazione di tutti i vincitori del concorso, uno dei presidenti della giuria del Festival di Cannes di quest’anno, il regista Ethan Coen (l’altro è il fratello Joel) ha spiegato come mai è stato scelto proprio il film di Jacques Audiard per la Palma d’Oro come miglior pellicola cinematografica. Ethan Coen ha detto senza mezzi termini che scegliere quale sarebbe stato il film cui assegnare la Palma d’Oro è stato in realtà piuttosto facile. Dheepan ha messo d’accordo tutti i giurati (Joel ed Ethan Coen, Rossy de Palma, Sophie Marceau, Sienna Miller, Rokia Traoré, Guillermo del Toro, Xavier Dolan e Jake Gyllenhaal).

È piaciuto a tutti, lo abbiamo trovato un film molto bello. Noi membri della giuria siamo molto diversi, abbiamo gusti differenti, eppure ognuno di noi è rimasto colpito da questo film. Ci ha emozionato tutti quanti“. Sono state proprio queste le dichiarazioni di Ethan Coen che hanno lasciato spazio a pochi commenti. E peccato allora che il cinema italiano sia tornato in patria a bocca asciutta. D’altra parte  più avevano già ipotizzato che i vari Paolo Sorrentino, Matteo Garrone e Nanni Moretti non avrebbero intascato alcun premio, visto che nessuno dei tre era presente sul red carpet della serata di chiusura.

La vittoria di Dheepan non è stata però una vittoria annunciata. E per i complottisti cui non è sfuggito il trionfo del cinema francese al Festival di Cannes, il direttore artistico Thierry Frémaux ha cercato di allontanare qualsiasi sospetto: “Non mi piace fare commenti sul palmares, non ho deciso io i vincitori, ma è stata una scelta di nove persone, tutte di paesi diversi, con solo una francese, Sophie Marceau, è vero, tre film francesi sono stati premiati, ma perché sono piaciuti“.