Come noto non solo ai cinefili, probabilmente non esiste riconoscimento più ambito da un regista che la presentazione del proprio film e la vittoria finale in concorso a una kermesse cinematografica antica come quella che si svolge ogni anno al Palais des Festivals et des Congrès: ma quali sono i premi che verranno distribuiti al Festival di Cannes 2017?

Proviamo a fare chiarezza, visto che spesso e volentieri negli articoli in cui si celebrano i film coronati non vengono spiegate a sufficienza le ragioni della vittoria nel concorso ufficiale.

Innanzitutto bisognare citare la Palma d’oro, che viene attribuita al miglior film in assoluto: spesso e volentieri si tende a premiare il film su cui convergono i pareri della giuria, con un intervento deciso del Presidente.

Vi è poi il Gran Prix della giuria, che ha la funzione di secondo premio al film che per un soffio non è riuscito a convincere tutti i giurati. Subito dopo in termini di importanza viene il Grand Prix Speciale della Giuria, il riconoscimento all’opera più ardita, non per forza dagli esiti eccellenti, che ha mostrato originalità e ricerca.

Il Prix d’interprétation masculine e féminine invece, come intuibile dal nome, vengono assegnati al miglior attore e alla migliore attrice, mentre il Prix de la mise en scène viene dato al miglior regista (in francese si usa proprio il termine metteur en scène), così come il Prix du scénario premia il miglior sceneggiatore.

Vi sono poi i film relativi alla sezione collaterale Un Certain Regard, istituita nel 1978 e relativa ai lavori più nuovi e sperimentali. Il Prix Un Certain Regard va al talento più audace e garantisce la distribuzione in sala del film vincitore, mentre la Caméra d’Or è dedicata al migliore film di debutto, sia all’interno del concorso che di Un Certain Regard e della Settima Internazionale della Critica.

Tra i premi attribuiti da associazioni indipendenti vanno ricordati il Prix de la FIPRESCI, ovvero la federazione internazionale dei critici, i premi della Quinzaine des Réalisateurs, sezione indipendente di Cannes, il Prix Vulcain attribuito a un tecnico dalla CST, i premi della Settimana Internazionale della Critica, il premio della Giuria Ecumenica, l’Œil d’or che va al miglior documentario, la Queer Palm che va al migliore film a tematica LGBT e infine la Palm Dog, che premia la migliore interpretazione canina.