Il Festival di Cannes 2017 non verrà ricordato come un’edizione particolarmente affollata di pellicole italiane (per quanto queste siano presenti in un discreto numero nelle sezioni collaterali), ma a tenere alta la bandiera tricolore ci penserà senza ombra di dubbio Monica Bellucci.

Splendida 52enne, l’attrice di Città di Castello è stata infatti scelta come madrina della 70esima edizione della kermesse cinematografica francese, che tra l’altro presenta come protagonista del poster un’altra celebre attrice italiana, Claudia Cardinale.

La Bellucci ha da lungo tempo intrapreso una fruttuosa storia d’amore con i cugini d’oltralpe, che probabilmente ne apprezzano le doti di attrice più degli italiani, che spesso e volentieri la snobbano perché ancora troppo legati al suo passato da modella (risalente in realtà a quasi tre decadi fa).

Per l’attrice, che nel curriculum può vantare film con Philippe Garrel, Sam Mendes, Emir Kusturica, Terry Gilliam, Mel Gibson, le sorelle Wachowski e Spike Lee, l’occasione di arrivare al Festival in questa veste è stata del tutto inattesa, viste le precedenti esperienze: “Ho detto sì perché senza quel Festival il mio percorso non sarebbe stato lo stesso. È uno dei più importanti e permette a chiunque di esprimersi, grandi film e progetti intimisti, come i due che portai io, Irréversible di Gaspar Noé e Le meraviglie di Alice Rohrwacher”.

Non si infatti della prima volta della Bellucci in veste “istituzionale”, dato che già nel 2003 aveva assunto il ruolo della madrina, mentre nel 2006 era stata in giuria: “Quanto fu difficile vedere tre film al giorno senza avere tempo di metabolizzarli!”.

L’ultimo film in cui è possibile vedere l’attrice in una parte da protagonista è On The Milky Road – Sulla via lattea, la pellicola di e con Kusturica presentato l’anno scorso al Festival di Venezia e in uscita nelle sale proprio dall’11 maggio: una storia d’amore sullo sfondo della guerra, come spesso ci ha abituati il regista serbo.