E’ giunta al termine questa 67° edizione del Festival di Cannes che ha visto trionfare il regista turco Nuri Bilge Ceylan con Winter Sleep. Anche quest’anno arrivano soddisfazioni italiane in territorio francese con Le meraviglie di Alice Rohrwacher che vince il Grand Prix mentre il premio della giuria è andato ex aequo a Mommy di Tommy Dolan e a Adieu au langage di Jean-Luc Godard. Migliore attore Timothy Spall, migliore attrice Julianne Moore.

Ecco tutti i premi assegnati.

Selezione Ufficiale:

Palma d’oroWinter Sleep di Nuri Bilge Ceylan

Grand PrixLe meraviglie di Alice Rohrwacher

Migliore Regia: Bennett Miller per Foxcatcher

Premio della Giuria (ex aequo): Mommy di Xavier Dolan e Adieu au langage di Jean-Luc Godard

Migliore attore: Timothy Spall per Mr. Turner

Migliore attrice: Julianne Moore per Maps to the Stars

Migliore sceneggiatura: Andrey Zvyagintsev e Oleg Negin per Leviathan

- Palma d’oro per il miglior cortometraggioLeidi del colombiano Simón Mesa Soto

Camera d’or (migliore opera prima)Party Girl dei francesi Claire Burger, Samuel Theis e Marie Amachoukeli

Un certain regard:

- Premio Un certain regard: Fehér Isten (White God) dell’ungherese Kornél Mundruczó, film che film denuncia la stigmatizzazione dei più deboli utilizzando come metafora una schiera impressionante di cani.

Premio della giuriaForce majeure (Turist) dello svedese Ruben Östlund, commedia amara su una famiglia svedese in vacanza sulle Alpi sorpresa da una valanga.

Premio speciale Un Certain RegardThe Salt of the Earth di Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, documentario sul fotografo Sebastiao Salgado.

Premio “d’ensemble”Party Girl dei francesi Claire Burger, Samuel Theis e Marie Amachoukeli.

Migliore attore: David Gulpilil per Charlie’s Country dell’australiano aborigeno Rolf de Heer.

Semaine Internationale de la Critique:

- Gran PremioThe Tribe di Myroslav Slaboshpytskkiy

- Premio SACDHope di Boris Lojkine

- France 4 Visionary AwardThe Tribe di Myroslav Slaboshpytskkiy

Quinzaine des Réalisateurs

- Art Cinema AwardLes Combattants, opera prima di Thomas Cailley

- Premio SACD: Les Combattants di Thomas Cailley

- Label Europa Cinema:  Les Combattants di Thomas Cailley

- Premio Illy per il miglior cortometraggioSem coração di Nara Normande e Tião

- Menzione speciale: Trece si prin perete di Radu Jude

- Palma Queer: Pride di  Matthew Warchus

- Palma Dog: Fehér Isten (White God) di Kornél Mundruczó

- Premio della Giuria EcumenicaTimbuktu di Abderrahmane Sissako

- Premio FIPRESCI (Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica) – Concorso internazionale: Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan

- Premio FIPRESCI – Un Certain Regard: Jauja di Lisandro Alonso

- Premio FIPRESCI – Sezioni parallele: Love at First Fight di Thomas Cailley