La 65esima edizione del Festival di Berlino è giunta al termine e dopo la kermesse durata dal 5 al 15 febbraio 2015 sono stati ufficialmente presentati tutti i vincitori dell’anno. La giuria presieduta da Darren Aronofsky ha attribuito l’Orso d’oro per il miglior film a “Taxi” del regista iraniano Jafar Panahi, costretto agli arresti domiciliari. A ritirare il premio, tra le lacrime, la nipote del regista, Hana Saeidi. Grande soddisfazione anche per “El Club” di Pablo Larrain che si è aggiudicato il Gran premio della giuria.

Grande trionfo di “Taxi”, terzo film che Panahi ha realizzato di nascosto dalle autorità iraniane dopo “This is Not a Film”e “Closed Curtain. In una dichiarazione a “Celluloid” il regista iraniano aveva spiegato le motivazioni che lo spingono ogni volta a sottrarsi al divieto di creare imposto dal governo nel 2010: “Sono un regista. No so fare altro che film. Il cinema è il mio modo di esprimermi e lo stesso significato della mia vita. Il cinema è un’arte che occupa tutto me stesso. Questa è la ragione per cui continuo a fare film tra mille avversità. E’ perché solo così mi sento vivo”.

Ecco l’elenco completo di tutti i vincitori del Festival di Berlino:

Orso d’oro per il miglior film: Taxi di Jafar Panahi

Orso d’argento Gran premio della giuria: El Club di Pablo Larrain

Orso d’argento Premio Alfred Bauer per l’innovazione: Ixcanul di Jayro Bustamante

Orso d’argento per il miglior regista: Radu Jude per Aferim! ex aequo con Małgorzata Szumowska per Body

Orso d’argento per la migliore attrice: Charlotte Rampling per 45 Years

Orso d’argento per il miglior attore: Tom Courtenay per 45 Years

Orso d’argento per la migliore sceneggiatura: Patricio Guzmán per El botón de nácar

Orso d’argento per il contributo tecnico e artistico: Sturla Brandth Grøvlen per la fotografia di Victoria di Sebastian Schipper ex aequo con Evgeniy Privin e Sergey Mikhalchuk per la fotografia di Under Electric Clouds di Alexey German.

Premio per la miglior opera prima: 600 Millas di Gabriel Ripstein