Un trionfo della cinematografia cinese: è quello a cui abbiamo assistito in occasione dell’atteso Festival di Berlino 2014. La manifestazione, conclusasi con la consegna dell’Orso d’oro per il miglior film a Diao Yinan per “Black Coal, Thin Ice”, ha visto le produzioni cinesi macinare successi a scapito di quelle americane.

Non c’è stato confronto. Alla Cina anche il premio per il miglior attore e la migliore attrice.

Di seguito tutti gli altri premiati della serata berlinese:

  • Orso d’oro per il miglior film - Black Coal, Thin Ice di Diao Yinan
  • Orso d’argento Gran Premio della Giuria - The Grand Budapest Hotel, di Wes Anderson
  • Premio Alfred Bauer per l’innovazione - Aimer, boire, et chanter di Alain Resnais
  • Orso d’argento per la miglior regia - Richard Linklater per Boyhood
  • Orso d’argento per la migliore attrice - Takako Matsu per The Little House
  • Orso d’argento per il miglior attore - Liao Fan per Black Coal, Thin Ice
  • Orso d’argento per la miglior sceneggiatura - Dietrich Brüggemann e Anna Brüggemann per Kreuzweg
  • Orso d’argento per il miglior contributo tecnico - Zeng Jian per la fotografia di Blind Massage
  • Premio per la migliore opera prima - Güeros di Alonso Ruizpalacios

Panorama – Premio del Pubblico, fiction

  • 1° Difret di Zeresenay Berhane Mehari, Etiopia
  • 2° The Way He Looks di Daniel Ribeiro, Brasile
  • 3° Brides di Tinatin Kajrishvili, Georgia

Panorama – Premio del Pubblico, documentari

  • 1° Der Kreis di Stefan Haupt, Svizzera
  • 2° Finding Vivian Maier, di John Maloof & Charlie Siskel, USA
  • 3° Meine Mutter, ein Krieg und ich di Tamara Trampe & Johann Feindt

(Foto by InfoPhoto)