La 64esima edizione del Festival di Belino ha preso il via con il genio di Wes Anderson e il suo quasi surreale The Grand Budapest Hotel. I protagonisti del film aprono quindi le danze sul tappeto rosso tedesco: Ralph Fiennes, Bill Murray, Lea Seydoux, Tilda Swinton e molti altri sfilano ricoperti dai flash dei fotografi.

The Grand Budapest Hotel è una commedia corale ambientata nel 1927 e racconta la storia di Gustave H, un concierge di un lussuoso albergo europeo e dell’amicizia che lo lega a Zero Moustafa, un giovane apprendista che diventerà il suo protetto. Le vicende coinvolgono il furto e il ritrovamento di un dipinto rinascimentale e l’improvviso subbuglio che trasformerà l’Europadurante quel periodo storico.

Tra le pellicole più attese di questa Berlinale troviamo di certo Monuments Men con George Clooney e Matt Damon e l’attesissimo “per lo scalpore finora suscitato” Nymphomaniac diLars Von Trier.

(Foto by InfoPhoto)