Al via il Festival di Berlino (qui tutti i film in concorso e fuori concorso), che si è aperto questo pomeriggio con il red carpet della giuria quest’anno formato da Mitra Farahani, Michel Gondry, Christoph Waltz, Greta Gerwig, James Schamus (il Presidente), Trine Dyrhom, Barbara Broccoli e Tony Leung.

Ad aprire le danze di questa Berlinale c’è il tocco visionario e colorato di Wes Anderson con The Grand Budapest Hotel, nelle sale italiane dal 10 aprile distribuito da Fox Searchlight Pictures, che mette in scena una tragicommedia piena di barocche e ingombranti individualità, tutti personaggi pieni di doppie e triple anime. Tra i protagonisti Ralph Fiennes, Tilda Swinton, Adrien Brody, Willem Dafoe.

Tra le stelle hollywoodiane più attese sul tappeto rosso tedesco ci sono Bradley Cooper, Catherine Deneuve, Viggo Mortensen, George Clooney, Matt Damon, Uma Thurman e Charlotte Gainsbourg. Clooney e Damon presenteranno al pubblico Monument Men insieme a  Bill Murray, John Goodman, Bob Balaban, Cate Blanchett, Hugh Bonneville e Jean Dujardinche arriverà al cinema il 13 febbraio.

La Thurman e la Gainsbourg, invece, porteranno il tanto atteso – e discusso –Nymphomaniac, uscito in Danimarca il giorno di Natale e che sbarcherà in Italia a marzo grazie alla Good Films. Il viaggio erotico di una donna dalla sua nascita fino all’età di cinquant’anni.