Si terrà a a Forio d’Ischia dal 10 luglio al 7 agosto, in concomitanza con il decimo anniversario della Fondazione La Colombaia di Luchino Visconti il festival Luchino Visconti Forever giunto alla quarta edizione.

Villa La Colombaia, residenza estiva e luogo di sepoltura del grande regista, sarà per l’occasione scenario dell’evento e tutta l’isola d’Ischia si prepara ad essere invasa da ospiti hollywoodiani e illustri paladini del gossip e del glamour internazionale, il festival dedicato a Luchino Visconti offrira’ al pubblico una preziosa parentesi, dedicata all’eleganza, alla cultura e alla memoria.

Verranno proiettati con l’occasione i grandi capolavori del regista italiano, tra questi Morte a Venezia, Bellissima e Rocco e i suoi fratelli, sono i film scelti dall’attrice ischitana Lucianna De Falco.

Evento clou della manifestazione sara’ la ricostruzione del ”Gran ballo del Gattopardo”, con la regia di Bruno Garofalo e la direzione del Maestro Luca Iacono.

”Nell’anniversario dei 150 anni dell’unita’ d’Italia”, dichiara Bruno Garofalo, ”questo evento rappresenta il sentito pensiero di tutti coloro che in questi ultimi mesi si sono impegnati entusiasticamente a rilanciare il ricordo sempre piu’ vivo del Maestro, l’ammirazione per uno dei piu’ grandi Artisti ed autore della Cinematografia mondiale. Nello spazio del ”roseto” ora adibito ad area spettacoli, con un ambiente ed un arredo naturale di verzura che ne fa un luogo unico al mondo, prendera’ vita, grazie a particolari tecnologie, tutta l’atmosfera affascinante del ballo che vide protagonisti Claudia Cardinale e Burt Lancaster e che tanto ancora continua ad affascinare le nuove generazioni. Al ballo, eseguito da venti coppie in costume di appassionati cultori di danze ottocentesche, si aggiungeranno le note dal vivo di una orchestra classica di 14 elementi, la presenza di servitori in livrea, di comparse in divisa che evocheranno le atmosfere del film, ed ai quali potranno aggiungersi gli ospiti, in costume e non, per vivere insieme le indimenticabili melodie dei Valzer Viennesi.”