Si è conclusa poco fa la conferenza stampa relativa alla nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma che quest’anno si svolgerà dal 16 al 25 ottobre sempre all’Auditorium Parco della Musica della Capitale: il direttore artistico Marco Muller, ha spiegato il ritorno alla sua antica vocazione di festa e la necessità di vivere queste giornate con serenità, abolendo così la giuria internazionale per fare spazio ad una allargata e composta dal solo pubblico, ed esattamente a 5 giurie distinte per le 5 sezioni del Festival.

La selezione quest’anno, infatti, si divide in:

- Cinema d’oggi (“Una selezione di lungometraggi di autori sia affermati che giovani”).

- Gala (“Una selezione di grandi pellicole ‘popolari ma originali’ della nuova stagione”).

- Mondo Genere (“Una selezione di film appartenenti ai più diversi generi cinematografici”).

- Prospettive Italia (“Una sezione che intende fare il punto sulle nuove linee di tendenza del cinema italiano”).

- Alice nella Città (“Una selezione di lungometraggi per ragazzi organizzata secondo un proprio regolamento e giudicata da una giuria composta da ragazzi tra i 14 e i 18 anni selezionata sul territorio nazionale”).

Stavolta, però, non verranno assegnati i tradizionali premi del Festival, bensì, come al Sundance Festival, un premio del pubblico per ogni sezione.

Annunciato anche il destinatario del Marc’Aurelio Acting Award alla carriera: Tomas Milian. Il riconoscimento gli sarà consegnato, nel corso della serata d’apertura, da Sergio Castellitto (che ha scelto proprio Tomas Milian come interprete del suo nuovo film). L’interprete di origini cubane incontrerà il pubblico in occasione di una Masterclass che sarà moderata da Giona Nazzaro e Manlio Gomarasca, membri del comitato di selezione del Festival (Gomarasca è anche autore della biografia dell’attore di prossima pubblicazione con Rizzoli).

Per saperne di più sul programma, qui trovate tutti i film suddivisi per sezione.

(Foto by InfoPhoto)