Manca poco meno di un mese alla nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, ma in attesa della conferenza stampa ufficiale prevista per il 29 settembre sono già trapelate le prime ricche indiscrezioni riguardanti i titoli che compariranno nelle varie sezioni.

Marco Muller, direttore della manifestazione che si terrà dal 16 al 25 ottobre, ha aperto le danze con l’annuncio dei primi cinque film in lingua inglese in programma.

Nella selezione denominata Cinema oggi vedremo Richard Gere e Jena Malone impegnati nel dramma diretto da Orem Moverman, Time Out of Mind, in cui l’ex ufficiale e gentiluomo vestirà i panni di un senzatetto, mentre la Malone sarà la figlia che cercherà di salvarlo da se stesso.

Stonehearst Asylum, l’ultimo parto dell’intricata mente di Brad Anderson (Session 9, L’uomo senza sonno) farà invece parte di Mondo genere: con un cast composto da Kate Beckinsale, Jim Sturgess, Ben Kingsley, Michael Caine e Brendan Gleeson il film sarà la trasposizione del racconto di Edgar Allan Poe Il sistema del dr. Catrame e del prof. Piuma.

I restanti tre titoli sono ospitati del filone Gala. Di Trash, diretto dal regista inglese Stephen Daldry (Billy Elliot, The Hours, The Reader e Molto forte, incredibilmente vicino) vi abbiamo già parlato ieri.

Love, Rosie (#ScrivimiAncora) è invece l’adattamento del libro omonimo di Cecelia Ahern, ed è incentrato sulla storia d’amore prolungata nel tempo, ma sempre a distanza, tra Rosie e Alex, che si conoscono fin da ragazzi. I due protagonisti sono interpretati da Lily Collins e Sam Claflin.

Black and White, è invece l’ultimo film di Mike Binder (Una moglie ideale, Litigi d’amore),in cui a darsi battaglia ci saranno Kevin Costner e Octavia Spencer. La pellicola racconta della storia dell’avvocato Elliot Anderson che, dopo aver cresciuto con la moglie la nipote di colore Eloise, una volta rimasto vedovo ingaggerà una battaglia legale con la nonna Rowena per ottenerne la custodia.

Altre pellicole che Muller promuoverà nella sezione Cinema oggi dedicata ai nuovi autori ci sono il cinese Shier gongmin (12 Citizens) di Xu Ang, il tedesco Wir sind jung. Wir sind stark (We Are Young, We Are Strong) di Burhan Qurbani, il fiammingo Lucifer di Gust Van den Berghe, e il teutonico Die Lügen der Sieger (The Lies of the Victors) di Christoph Hochhäusler.

Foto: Locandina Festival Internazionale del Film di Roma 2014