Nota come “Festa del Solstizio d’estate”, nata più di trent’anni fa in Francia, la Festa della Musica è diventata negli anni un vero e proprio fenomeno sociale, allargato in tutta Europa e, recentemente, arrivato anche in Italia.

A Torino quest’anno si svolgerà la terza edizione che, nel rispetto dello spirito europeo, sarà la celebrazione della musica dal vivo, in modo da portare quel linguaggio universale che è la musica a contatto con un pubblico il più vasto possibile. Quest’anno il tema dell’evento è La Chimica intesa come reazione, interazione, cambiamento di stato, magia, perfezione armonica, legami, trasformazione, alchimia e formula vincente: tutte qualità che possono essere attribuite anche alla musica. A partire dalle ore 20 di venerdì 20 giugno, dunque, il Quadrilatero Romano ospiterà la kermesse con un grande evento di apertura che si terrà in piazza Palazzo di Città e la proposta dei progetti speciali che vedranno esibirsi cori, bande e orchestre.

Anche Milano celebra la musica dal vivo con una serie di appuntamenti gratuiti che dal 19 al 21 giugno abbracciano tutta la città, a partire da Parco Forlanini. Un solstizio d’estate all’insegna della musica diffusa e condivisa e dell’esplorazione dei molteplici linguaggi e generi musicali che abitano la città. Il fitto calendario di eventi si apre giovedì con un’improvvisazione tra classico e jazz sui Navigli e continua tra i generi pop, swing, classico, etnico e rap nei cortili del Castello Sforzesco e nei chiostri del Conservatorio, in corso Vittorio Emanuele e alle Colonne di San Lorenzo, alla Galleria d’Arte Moderna e nelle piazze e nelle vie di Milano.

La Festa Europea della Musica di Roma è poi l’evento di apertura dell’ Estate Romana: una kermesse musicale che dal 20 al 22 giugno regala oltre 200 concerti completamente gratuiti, di tutti i generi musicali, e che coinvolgeranno piazze, Chiese, luoghi storici e palazzi nobiliari, cortili, chiostri, giardini e parchi, nonché sedi di Istituzioni pubbliche e private, musei ed aree archeologiche, ma anche botteghe artigiane, sale da the e centri culturali, hotel e librerie, pub e locali di musica dal vivo.

Una grande festa che si svolgerà in contemporanea anche a New York, Hong Kong, Parigi, Madrid e in altre 440 città del mondo.