Il 19 marzo si sta avvicinando e, per chi ancora non lo sapesse, è il giorno dedicato alla Festa del Papà. I figli di tutto il mondo potranno sbizzarrirsi nel dimostrare in questa giornata particolare l’amore per il proprio genitore. I bambini si cimenteranno nella realizzazione di lavoretti fatti a mano che toccheranno il cuore dei loro papà (CLICCA QUI PER GUARDARE I NOSTRI VIDEO TUTORIAL), le ragazze gli dedicheranno canzoni o aforismi commuoventi per sottolineare quanto vogliono bene a loro padre (LEGGI QUI LE CITAZIONI PIU’ BELLE DA DEDICARE AL PAPA’) e ci sarà chi magari vorrà trascorrere con lui l’intera serata, godendosi un momento unicamente dedicato al loro rapporto. Ecco che noi vogliamo consigliarvi i 10 film più belli di sempre che parlano proprio del rapporto padre-figlio: si tratta di 10 lungometraggi che, tra commedie, drammi, grandi classici e film di fantascienza, faranno rivivere le gioie e i dolori di quello che è, per eccellenza, uno dei legami d’amore più forti di sempre.

Ecco tutti i film che potrete godervi in compagnia del vostro papà:

- Big Fish – Le storie di una vita incredibile: capolavoro tratto dall’omonimo romanzo di Daniel Wallace e riproposto sul grande schermo dal genio di Tim Burton, si tratta di un film dalla trama incredibile che narra la storia di Edward Bloom, un uomo malato che ha da sempre avuto difficoltà nel relazionarsi con il figlio William. Tra storie fantastiche e flashback che raccontano la storia di una vita magica e all’insegna dell’avventura, i due protagonisti riusciranno a riconciliarsi.

- Mrs Doubtfire: diretto da Chris Columbus, il film vede come protagonista Robin Williams nei panni di un padre che tenta ad ogni costo di poter frequentare quotidianamente i suoi amati figli dopo la separazione dalla moglie. Una commedia che da anni appassiona il pubblico di grandi e piccoli, con scene esilaranti che tengono tutta la famiglia incollata allo schermo.

- Kramer contro Kramer: vincitore di cinque Oscar, di quattro Golden Globe e tre David di Donatello, questo lungometraggio è uno dei più appassionanti e drammatici di sempre. la tematica affrontata è quella del divorzio e del suo impatto sulle persone coinvolte, a cominciare dal figlio della coppia che con il passare del tempo riuscirà ad amare il padre, interpretato da Dustin Hoffman, un uomo dedito al suo lavoro che non ha mai prestato le adeguate cure e attenzioni al bambino.

- In viaggio con papà: diretto nel 1982 da Alberto Sordi, protagonista del film insieme a Carlo Verdone, In viaggio con papà è una commedia italiana che racconta la storia di un lungo tragitto in macchina percorso dai due protagonisti, due persone completamente opposte. I due avranno modo di confrontarsi e riusciranno a recuperare uno straordinario rapporto padre-figlio.

- La ricerca della felicità: film diretto da Gabriele Muccino e ispirato alla vita di Chris Gardner (interpretato da Will Smith), imprenditore oggi milionario che durante i primi anni ottanta visse giorni di intensa povertà, con un figlio a carico e senza una casa dove poterlo crescere.

- Bugiardo bugiardo: un esilarante Jim Carrey, uomo d’affari che dopo la separazione dalla moglie non pensa ad altro che alla sua carriera e a divertirsi con le donne, riuscirà a riconquistare l’affetto del piccolo Max dopo che il bambino, durante la sua festa di compleanno a cui il padre non ha partecipato perché impegnato nel lavoro, esprime un desiderio, quello che il padre non dica più bugie. Divertente e tenero allo stesso tempo, è un film adatto a tutta la famiglia.

- La piccola principessa: il film è tratto dal romanzo per bambini scritto da Frances Hodgson Burnett, conosciuta anche per essere autrice de “Il piccolo Lord”. La protagonista della storia è Sara, una bambina che, convinta di essere rimasta orfana, vive in un collegio di Londra ma, essendo caduta in miseria e non potendosi permettere la retta scolastica, viene trattata dalla direttrice come una piccola Cenerentola. La grande sorpresa è il ritorno del padre che, dopo la guerra, ha perso la memoria e non ha più ricordi della piccola Sara, ma sarà proprio la piccola a fargli ricordare il bellissimo rapporto che i due hanno sempre avuto fin dal primo istante.

- Tutti insieme appassionatamente: grande classico delle feste, questo film vede una straordinaria Julie Andrews nei panni di una suora, Maria, che viene incaricata dalla madre superiora di occuparsi della famiglia von Trapp, composta dal capitano Georg Ritter von Trapp e i suoi sette figli rimasti orfani di madre. Maria riuscirà ad entrare nel cuore di tutti i piccoli abitanti della casa, fino a conquistare l’amore del capitano e a creare con lui una splendida famiglia, facendo riavvicinare lo stesso Georg ai suoi figli.

- Era mio padre: film drammatico del 2002 diretto da Sam Mendes. Michael “Mike” Sullivan (Tom Hanks), padre amorevole e marito affettuoso, lavora come killer per conto dell’irlandese John Rooney. Dopo che il figlio maggiore ha assistito a uno degli omicidi, Rooney uccide la moglie e il figlio più piccolo di Sullivan, che dovrà scappare per poter salvare la sua vita e quella di Michael Jr, il quale riuscirà con il tempo a perdonare l’uomo che, nonostante tutto, è suo padre.

- The Road: tratto dall’omonimo romanzo di Cormac McCarty, vincitore del Premio Pulitzer nel 2007, “La strada” è la storia di un padre e di un figlio che lottano per sopravvivere in un mondo colpito da una catastrofe apocalittica, popolato da cannibali e da criminali. I personaggi non hanno nomi, non vengono nominati luoghi precisi e non vengono mai dati dettagli riguardanti la vita dei due protagonisti o dei personaggi che incontrano durante il loro viaggio verso sud. The Road vuole essere una storia universale, che faccia riflettere tutti e che racconta il legame tra ogni padre e ogni figlio, dell’amore incondizionato che un genitore prova nei confronti del bambino che, nonostante tutte le difficoltà, deve proteggere a costo della sua stessa vita.