Tra le prime anticipazioni della Festa del Cinema di Roma 2017 c’è la consegna del premio alla Carriera a David Lynch: ecco il programma completo. La Festa del Cinema di Roma si terrà nella capitale dal 26 ottobre al 5 novembre 2017 presso l’Auditorium Parco della Musica e in molte altri luoghi della città che dedicano spazi e attività alla settimana arte. Le prime anticipazioni sono state date da Antonio Monda, direttore artistico del Festival in interna con la presidente della Fondazione Cinema per Roma Piera Detassis che è parte attiva nell’organizzazione dell’evento cinematografico.

Il premio alla Carriera andrà a David Lynch. A quarant’anni dall’uscita del suo primo lungometraggio, Eraserhead, la Festa del Cinema 2017 celebra il genio di David Lynch assegnandogli il Premio alla carriera. Il cineasta statunitense, che ha ridefinito il cinema contemporaneo con il suo stile onirico e visionario, incontrerà il pubblico e ripercorrerà la sua straordinaria opera da The Elephant Man a Mulholland Drive, da Blue Velvet a Inland Empire fino alla serie cult I segreti di Twin Peaks. Con gli spettatori dell’Auditorium, Lynch parlerà anche dei tre film che hanno maggiormente influenzato la sua carriera, tra i quali 8½ di Federico Fellini.

Come ogni anno, ampio spazio sarà dedicato agli Incontri Ravvicinati con registi, attori e grandi personalità del mondo della cultura e per il 2017 sono già confermati quelli con Ian McKellen, Xavier Dolan, Chuck Palahniuk, Vanessa Redgrave oltre allo stesso Lynch.

La Selezione Ufficiale comprenderà circa 35 lungometraggi e fra questi compare Logan Lucky di Steven Soderbergh. Dopo l’incursione nel mondo della serialità televisiva attraverso le atmosfere gotiche e perturbanti di The Knick, Steven Soderbergh torna sul grande schermo con Logan Lucky, film corale che rievoca circostanze e temi della trilogia di “Ocean”. Nella sua nuova pellicola, il regista premio Oscar® per Traffic, autore di celebri produzioni che vanno da Sesso, bugie e videotape a Magic Mike, racconta le fasi di una complessa e rischiosa rapina che si compie nel corso di una delle più note e adrenaliniche gare Nascar. Il cast di star è composto da Channing Tatum, Adam Driver, Riley Keough, Daniel Craig, Seth MacFarlane, Katie Holmes, Hilary Swank, Katherine Waterston e Sebastian Stan.

La Festa del Cinema 2017 ospiterà uno speciale evento fra cinema e musica, la proiezione di NYsferatu di Andrea Mastrovito con l’accompagnamento dal vivo dell’Orchestra “Luigi Boccherini” di Lucca. L’artista italiano, che vive e lavora a New York, ha ridisegnato a mano uno dei capolavori del cinema muto, Nosferatu, realizzato nel 1922 da Friedrich Wilhelm Murnau. Il risultato finale – che ha richiesto un’enorme sforzo produttivo, tre anni di lavoro e circa trentamila tavole – è quello di un film d’animazione ambientato in una cupa e misteriosa New York dei nostri giorni, segnata da tensioni razziali nei confronti degli immigrati.

“La scuola italiana” è il titolo della retrospettiva, curata da Mario Sesti, realizzata in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e Centro Sperimentale di Cinematografia. “La scuola italiana” è pensata per mettere in luce, indagare e approfondire il lavoro fondamentale, ma spesso meno noto, di alcuni grandi professionisti del cinema come direttore della fotografia o costumisti.

Tre grandi opere restaurate del cinema italiano saranno in programma alla prossima Festa del Cinema: Dillinger è morto di Marco Ferreri, Miseria e nobiltà di Mario Mattoli (entrambi in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia) e Sacco e Vanzetti di Giuliano Montaldo (con Istituto Luce Cinecittà).

Il comitato scientifico e il direttore artistico della Festa del Cinema 2017 si racconteranno attraverso i film della loro vita. Dopo il western, la scelta verrà effettuata, per questa dodicesima edizione, all’interno del musical. Ciascun film sarà accompagnato da un incontro con autori, attori e ospiti; inoltre, prima di ogni proiezione della prossima Festa del Cinema, gli spettatori potranno assistere a brevi pillole dei musical più celebri ed evocativi.