L’Ice Bucket Challenge ha già fatto scuola. C’è il successo planetario della campagna social di sensibilizzazione per la ricerca sulla SLA dietro la nuova iniziativa virale, denominata Feeling Nuts (calembour intraducibile in italiano, significa sia “sentirsi entusiasti” che “toccarsi le balle”), con la quale si prova a rivolgere l’attenzione al cancro ai testicoli. La campagna ha già il suo primo testimonial eccellente, l’attore australiano Hugh Jackman (foto by InfoPhoto), che ieri ha postato sui suoi account il suo “Feeling Nuts”, ovvero una foto e poi un breve filmato che lo ritraggono mentre si produce nella nobile arte del grattamento testicolare. E dire che qualche mese fa Wolverine aveva confessato di essere andato vicino all’auto-castrazione.

L’associazione che ha ideato Feeling Nuts si chiama CheckOneTwo, ed è stata fondata da due fratelli inglesi, Simon e Andrew Salter, con lo scopo preciso di sensibilizzare la popolazione maschile verso questa forma di cancro che, se diagnosticata in tempo utile, è curabile nel 100% dei casi. La campagna pro-prevenzione è stata immediatamente recepita non solo da Hugh Jackman ma anche da altre celebrità, indispensabili nel loro ruolo di cassa di risonanza, come Stephen Fry, i 5 Seconds of Summer e Jamie Olivier.