Ha solo 18 anni Federica Carta, ma talento da vendere. Non a caso ad Amici 2017 è arrivata in finale e ha sfiorato per poco la vittoria. Ora la giovane artista ha pubblicato (per Universal) il suo debut album, intitolato semplicemente Federica, che sta conquistando le classifiche di vendita. Nonostante il successo, la ragazza continua a mantenere la sua dolce spontaneità: l’abbiamo constatato facendo due chiacchiere con lei.

Com’è stato l’impatto all’uscita da Amici?
“Decisamente forte. Il giorno dopo ero già a fare un in-store e mi sono trovata di fronte a centinaia di persone. Certo, avevo visto le immagini dei concorrenti degli altri anni, ma viverla in prima persona è una cosa ben diversa. Da allora non mi sono più fermata e fatico a vedere anche la mia famiglia, tanto che a volte mi devono raggiungere loro perché non riesco a fermarmi più di un giorno a Roma. A volte mi può mancare la vita di prima, ma sono felice di quella di adesso”.

Soddisfatta del tuo primo album?
“Assolutamente si, anche se devo ammettere che non è stato facile prepararlo mentre facevo Amici: di giorno, infatti, preparavo i brani da fare al serale e la sera lavoravo su quelli da inserire nell’album. Devo dire grazie ad Elisa, che mi è sempre stata vicina e ha co-scritto la canzone Se ancora c’è: ho sentito una certa responsabilità a cantarla”.

Hai detto che sei cresciuta ascoltando artiste come Alicia Keys e Paolo Nutini. Ma hai avuto anche dei riferimenti italiani?
“Ad essere sincera no. Mi sono sempre piaciute Giorgia, Laura Pausini, Elisa e ho amato alcune canzoni di artiste come Dolcenera. Però, stando proprio ad Amici, mi sono resa conto di avere sempre avuto il prosciutto sugli occhi: negli ultimi mesi ho riscoperto anche dei vecchi autori e ora voglio recuperare il tempo perduto”.

Per quali altre cose ti senti di ringraziare Amici?
“Per avermi fatto crescere, non solo come artista ma anche come persona: ora mi sento più sicura di me, anche quando mi trovo sul palco. E naturalmente per avere realizzato il mio sogno”.