Fear The Walking Dead è una delle gradite sorprese riservateci dal nuovo canale Paramount Channel (canale 27 del DDT), che esordirà in prima tv italiana il prossimo 17 marzo. Come suggerisce il titolo, si tratta di uno spin-off della serie tv The Walking Dead e pare sia destinato a diventare un cult come quest’ultima. Ecco i 5 motivi per cui, secondo noi, vale la pena vederlo.

Il legame con The Walking Dead. La serie è un prequel di The Walking Dead e quindi il mood è lo stesso. Qui, in particolare, si raccontano le prime fasi dell’apocalisse degli zombie, ma vista attraverso gli occhi di una famiglia piuttosto atipica.

È facile ritrovarsi nei personaggi. Protagonisti sono il consulente d’orientamento scolastico Madison Clark e l’insegnante di inglese Travis Manawa, che sono riusciti faticosamente a creare un loro equilibrio e stanno cercando di unire le rispettive famiglie, ma l’impresa si rivela non facile, soprattutto quando la città in cui vivono viene colpita da uno strano virus, che poi si rivelerà essere di origine zombie.

Domina l’imprevisto. Dato che ci troviamo nella fase iniziale dell’invasione, gli umani non solo faticano a riconoscere gli zombie (anche perché non sono decomposti come in The Walking Dead), ma non hanno ancora capito come combatterli in maniera efficace. Insomma, non dovrete dare nulla per scontato e ne vedrete delle belle.

Ha un cast niente male. Altra cosa che ci piace di Fear The Walking Dead è il cast: troviamo Kim Dickens nel ruolo di Madison Clark e Cliff Curtis nella parte di Trevis Manawa. Con loro Frank Dillane (Nick Clark), Alycia Debnam-Carey (Alicia Clark), Elizabeth Rodriguez (Lisa Ortiz), Mercedes Mason (Ofelia Salazar), Lorenzo James Henrie (Christopher Manawa).

È un grande successo. Sappiamo che non è giusto farsi condizionare, ma ci sembra doveroso sottolineare il grande successo che, negli Stati Uniti, Fear The Walking Dead ha già avuto la prima stagione (di 6 puntate). Un successo che ha convinto i produttori a realizzarne una seconda con ben 15 puntate. Non vorrete quindi perdervi una delle serie dell’anno, vero?