Esce oggiL’inizio”, l’attesissimo nuovo album di Fabrizio Moro, che arriva dopo un’intensa attività live, l’esperienza come autore per altri grandi interpreti della musica italiana e una pausa di tre anni dall’ultimo disco.
Essere tutto o essere niente - essere ossigeno che nutre la mente –  essere un vecchio vestito stirato - essere tutte le donne che ho amato –  semplicemente cibo per i cani”  canta Moro in  “Sono come sono” di cui possiamo vedere in basso il video da poco uscito e che anticipa “L’inizio”.
Per l’artista questo album è una partenza   verso una nuova epoca, dopo una lunga ricerca Fabrizio oggi mette in questo nuovo lavoro tutto se stesso, le sue nuove dimensioni musicali, e la libertà d’espressione da troppo tempo agognata.
L’inizio” più che un ritorno, segna una rinascita i cui elementi si snocciolano nelle nove tracce di un lavoro catartico, autoreferenziale e impregnato di rock: la via migliore per mettere in musica il tormento interiore e la ritrovata, seppur precaria, pace. L’autore non trattiene nulla e trova posto per dire tutto ciò che ha da dire: sulla società, sul proprio ego, sulle delusioni avute, le cadute e l’amore; e regala angoli di dolcezza con delicate poesie in cui si sente tutta la profondità, la tenerezza e la consapevolezza del suo essere padre.
Un album che racconta uno stato d’animo senza schemi e senza condizioni, questo è l’inizio.
“L’inizio” è prodotto da Fabrizio Moro e Pier Cortese ed è stato registrato, missato e masterizzato da Matteo Gabbianelli ed Emiliano Esposti presso kuTso Noise Home.
L’11 maggio, da Pescara, prenderà il via il nuovo tour.