Dal prossimo 6 aprile tutti gli amanti dei Rolling Stones potranno recarsi a Londra ed assistere a Exhibitionism, una mostra ospitata alla Saatchi Gallery, nel quartiere di Chelsea, nel cuore della città inglese, che ripercorre la lunga carriera della band.

Un titolo ambiguo per una band che non ha mai conosciuto la normalità. E dunque si continua su questo file rouge, tra pezzi originali e ricordi di scenografie e quant’altro.

Sui due piani della galleria saranno esposti più di 500 articoli, tra chitarre e strumenti rari, oggetti da backstage, video e audio inediti e molto altro. Il tutto è il risultato di un lungo lavoro di assemblaggio e ritrovamento di cose perdute, durato in totale ben tre anni.

Assieme ai Rolling Stones, all’interno della medesima mostra, si potranno ammirare oggetti e opere di Alexander McQueen, Ossie Clark, Andy Warhol, Tom Stoppard e Shepard Fairey.

Quest’anno, oltretutto, ricorrono i 50 anni di una delle canzoni simbolo della band, Satisfaction. I Rolling Stones sono, ad oggi, sicuramente la più famosa e longeva rock band del pianeta: “Abbiamo pensato a questa cosa per molto tempo – ha dichiarato Mick Jagger - perché volevamo che fosse perfetta e grandiosa. Il procedimento è stato simile a organizzare un tour e penso che questo sia un buon momento per una simile iniziativa”.

Anche se la mostra è sui Rolling Stones – ha aggiunto Keith Richardsnon è necessariamente dedicata solo e soltanto ai membri della band. E’ anche dedicata agli oggetti e alla tecnologia associati a un gruppo come il nostro, poi ci sono gli strumenti che abbiamo avuto in mano nel corso degli anni”.

Un vero ritrovo ideale per tutti gli amanti della band, attualmente impegnata in Nord America nello Zip Code Tour. Un posto dove poter vedere oggetti e opere dei propri beniamini. Ma attenzione: la mostra a Londra chiuderà a settembre, per poi venire allestita nuovamente in altre 12 città del mondo.