Per quanto le grandi saghe facciano questo effetto è incredibile notare come l’entusiasmo per tutto l’universo di Harry Potter non sia mai scemato davvero: la prova sta nella festosa accoglienza che i fan del maghetto hanno riservato nel corso del Giffoni Film Festival di quest’anno a Evanna Lynch.

Per chi non lo ricordasse l’attrice aveva vestito i panni di Luna Lovegood, una delle più atipiche allieve di Hogwarts, cui aveva conferito un aspetto originale grazie alla sua recitazione ma anche attraverso i suoi lineamenti ben poco hollywoodiani.

L’interprete irlandese di 24 anni ha presentato nel corso del festival il suo ultimo film, My Name is Emily, che racconta la storia di una ragazza che fugge dalla casa famiglia alla quale è affidata per tentare di liberare il padre dall’istituto mentale in cui è rinchiuso.

Tuttavia durante il botta e risposta che si è tenuto durante il momento della Giffoni Experience la maggior parte delle domande che sono state rivolte a Evanna Lynch hanno riguardato Harry Potter, come era facile immaginarsi.

Tra le risposte più interessanti quella relativa all’utilizzo di un’attrice di colore per interpretare Hermione nello spettacolo teatrale Harry Potter and the Cursed Child (dal quale potrebbe o non potrebbe essere tratto un film): “La trovo una decisione giusta. Il personaggio di Hermione ha un’anima libertaria, lotta per chi è in difficoltà, ha totalmente senso immaginarla come parte di una minoranza. Una delle cose più belle di J.K Rowling, che per me è un punto di riferimento, è il modo in cui utilizzi i suoi personaggi per comunicare un messaggio.”

La Lynch ha poi mostrato di essere molto attaccata al personaggio che ha interpretato, al punto da riferire di essere pronta a fare carte false pur di tornare a darle corpo in una nuova versione (il riferimento è ancora a The Cursed Child): “Se ci fosse un film basato sull’opera teatrale non perderei un attimo. La verità è che non riesco a dire addio al mio personaggio e spero di tornare a vestire i suoi panni, in una versione più matura.”

E all’ipotesi di una sostituzione Evanna non vuole neanche pensare: “Mi arrabbierei molto, sarei davvero gelosa anche solo all’idea che possa succedere e non credo me la farei piacere”.