Eva Green (foto by InfoPhoto) ha un fisico che canta, e in qualche caso ulula. Non è una novità, visto che l’attrice va per i 34 ed è sulla breccia da una dozzina d’anni, ma la MPAA (Motion Picture Association of America), ovvero la lobby dei produttori e degli Studios, sembra essersene accorta solo ora. In particolare, pare che ai boss del cinema americano non sia andata giù la locandina del prossimo film in cui recita da protagonista: “A Dame to Kill For”, cioè l’atteso sequel di Sin City.

Nell’immagine, come potete vedere, la Green appare in tutta la sua bellezza dark, con tanto di vestaglia di raso trasparente, rossetto color sangue e rivoltella in mano; ma anche con “la curva del seno e l’areola del capezzolo troppo visibili”, secondo i bacchettoni della MPAA. Galeotto fu il capezzolo, insomma. E ora la coppia Robert Rodriguez-Frank Miller ha tempo fino al 22 agosto, giorno dell’uscita del film, per modificare la locandina, cospargersi il capo di cenere e sacrificare un capretto perché la vicenda si chiuda senza danni ulteriori.

LEGGI ANCHE:

Eva Green, femme fatale 

Tarantino conquista la sua musa Uma

Aggredito Brad Pitt