Dopo la grande vittoria durante la sessantacinquesima edizione del Festival di Sanremo con la canzone “Grande Amore”, Il Volo si prepara ad un’altra nuova avventura: il giovanissimo trio composto da Piero Barone, Ignazio e Gianluca Ginoble si prepara a rappresentare l’Italia in occasione dell’Eurovision Song Contest 2015.

Quest’anno, data la vittoria di Conchita Wurst nell’anno precedente, la kermesse musicale – che ogni anno premia la miglior voce tra gli stati partecipanti e che quest’anno festeggia la sua 60esima edizione – si svolgerà a Vienna, in Austria, dal 19 al 23 maggio: per riuscire a parteciparvi, però, Il Volo ha spostato di qualche mese il concerto che, il 21 maggio, li avrebbe visti all’Arena di Verona.

Per il momento, dato che mancano ancora molte settimane prima che la kermesse abbia inizio, non è ancora stata resa nota la canzone che porteranno sul palco ma, dato il loro grande successo internazionale, ci possono essere molte probabilità che possano vederli vincitori.

Oltre alla data a Verona, però, nei mesi prima il trio sarà in Italia per una serie di date, partendo a giugno da Roma e per concludere, appunto, a settembre a Verona. Queste tutte le date confermate per ora:

  • 24 giugno – Roma, Auditorium Parco della Musica
  • 11 Luglio – Trieste, Piazza Unità d’Italia
  • 12 Agosto – Torre del Lago (LU), Gran Teatro Puccini
  • 22 Agosto – Taormina, Teatro Antico – ore 21.30
  • 21 Settembre – Arena di Verona

Il Volo nel mondo

Prima del grande successo di Sanremo con la hit “Grande amore”, che ha subito raggiunto i primi posti nella classifica di iTunes – con anche un primo posto nella classifica FIMI/Gfk per i singoli più venduti – e che gli ha fatto superare gli otto milioni di visualizzazioni su Vevo/Youtube per il video ufficiale in meno di due settimane, Il Volo ha avuto modo di consolidarsi come un trio di successo a livello internazionale.

Piero, Ignazio e Gianluca diventano un trio nel 2009 durante la seconda edizione del talent show della Rai “Ti lascio una canzone”. Dopo  questa esperienza i tre giovani sono stati addirittura i primi italiani ad aver firmato un contratto da due milioni di dollari con la Geffen Records, di proprietà della Universal Music Group. Il primo album omonimo è stato scritto in collaborazione con la compositrice statunitense Diane Warren e gli ha fatto guadagnare la decima posizione nella classifica Billboard 200, oltre ad essere stato certificato disco d’oro in molti paesi tra cui Austria, Francia e Singapore.

Una carriera che va a gonfie vele soprattutto negli Stati Uniti e nell’America Latina (dove si sono guadagnati numerose nomination ai Billboard Latin Music Awards), che ha portato il trio a duettare con i grandi della musica internazionale e nazionale tra cui l’immensa Barbara Streisand ma anche Eros Ramazzotti, Toto Cutugno, Laura Pausini, Anastasia e Placido Domingo.