Sembra che nell’ultimo periodo il programma di Maria De Filippi “Uomini e Donne” sia perennemente nell’occhio del ciclone. Dopo la condanna a tre anni di reclusione dell’ex tronista Claudia Montanarini, oggi a far parlar di sè è Ester Cinelli, dama del trono over.

L’accusa che la donna lancia al programma ha dell’inquietante: in un video pubblicato su Facebook la Cinelli ha, infatti, rivelato di essere stata letteralmente sequestrata dalla redazione per ben quattro ore consecutive nel corso della puntata del 9 gennaio scorso. Durante la registrazione di quella puntata la donna, cacciata con la forza dallo studio, ha raccontato di essere stata chiusa all’interno di una stanza con due uomini a controllarla e senza affetti personali. Solo dopo ore e ore di attesa, durante le quali quegli uomini non hanno voluto darle spiegazioni, Ester è potuta rientrare nei camerini, a puntata ormai finita. La donna, continuando a parlare dell’accaduto, ha così raccontato che da quel giorno fino al 25 gennaio la redazione non ha mai risposto ad una sua telefonata fin quando, il 29 gennaio, è stata contattata da un addetto che non ha voluto darle spiegazioni, avvisandola solo che avrebbe avuto la possibilità di ripresentarsi in trasmissione se fosse stata interessata a qualche cavaliere. Insomma, un comportamento anomalo quello dello staff di “Uomini e Donne” che Ester ancora non si spiega. Di certo è chiaro che la dama è stata eliminata dal programma in malo modo e lei stessa ha assicurato che, ovviamente, non ha intenzione di tornare in quel salotto televisivo.