Agli Emmy Awards 2016 è stata la notte dei record per Il Trono di Spade – Game of Thrones. Ieri sera alla consegna degli Oscar del piccolo schermo americano si è portato a casa tre premi, tra i quali quello più ambito per la miglior serie drama dell’anno. Con l’episodio “Battle of the Bastards” si è inoltre aggiudicato gli Awards per la miglior regia e la miglior sceneggiatura.

Premi che si vanno ad aggiungere ai 9 Creative Arts Emmy Awards già conquistati la settimana scorsa, portando il suo bottino a 12 premi vinti quest’anno. Contando anche le annate passate Game of Thrones raggiunge così un totale di 38 Emmy Awards vinti, che la rendono la serie più premiata di sempre, superando il precedente record detenuto da Frasier, serie andata in onda per ben 11 stagioni.

Tra i premi della categoria drama degli Emmy 2016, le vere sorprese della serata sono state il giovane Rami Malek di Mr. Robot, che come miglior attore protagonista ha battuto tutti, persino Kevin Spacey, e la bravissima Tatiana Maslany di Orphan Black che, grazie alla sua interpretazione “multipla”, ha vinto come miglior attrice protagonista.

Nella categoria delle commedie agli Emmy Awards 2016 è stata invece la grande serata di Veep, che ha vinto sia come miglior serie comedy che con Julia Louis-Dreyfus premiata come miglior attrice protagonista in una comedy. Miglior attore comedy invece è Jeffrey Tambor per Transparent.

Tra le miniserie non c’è stata proprio storia: American Crime Story: The People v. O. J. Simpson ha portato a casa 5 premi, tra i quali quelli agli attori Sarah Paulson, Courtney B. Vance e Sterling K. Brown. Miglior film tv dell’anno è invece risultato L’abominevole sposa, l’episodio speciale della serie britannica Sherlock.

Di seguito la lista dei vincitori degli Emmy Awards 2016.

Miglior sceneggiatura in una commedia
Aziz Ansari per Master of None

Regia per una serie commedia
Jill Soloway per Transparent

Miglior attrice non protagonista in una serie commedia
Kate McKinnon, SNL

Miglior attore non protagonista in una serie commedia
Louie Anderson, Baskets

Miglior attrice protagonista in una serie commedia
Julia Louis-Dreyfus, Veep

Miglior attore protagonista in una serie commedia
Jeffrey Tambor, Transparent

Miglior reality
The Voice

Migliore sceneggiatura per una miniserie
The People v. O.J. Simpson

Miglior attrice non protagonista in una miniserie
Regina King, American Crime

Miglior attore non protagonista in una miniserie
Sterling K. Brown, The People v. O.J. Simpson

Miglior attrice protagonista in una miniserie
Sarah Paulson, The People vs. O.J. Simpson

Miglior attore protagonista in una miniserie
Courtney B. Vance, The People v. O.J. Simpson

Film per la tv
Sherlock: The Abominable Bride

Miglior miniserie
The People v. O.J. Simpson

Regia un varietà speciale
Grease: Live – Thomas Kail e Alex Rudzinski

Miglior sceneggiatura per una serie drama
Il trono di spade

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica
Maggie Smith, Downton Abbey

Miglior attore non protagonista in una serie drammatica
Ben Mendelsohn, Bloodline

Miglior regia per una serie drammatica
Il trono di spade

Miglior attore protagonista in una serie drammatica
Rami Malek, Mr. Robot

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica
Tatiana Maslany, Orphan Black

Miglior serie comica
Veep

Miglior serie drammatica
Il Trono di Spade