Chi ha vinto gli Emmy Awards, evento annuale in cui si premiano gli show televisivi migliori?  Ecco l’elenco dei vincitori e dei vinti di questa sessantacinquesima edizione!

Come ogni anno, puntualissimi allo scoccare della stagione autunnale, ecco che sono tornati gli Emmy Awards, i premi che incoronano i migliori prodotti e personaggi televisivi del momento. Il riferimento ovviamente è alla trascorsa stagione anche se, trattandosi di prodotti seriali, è evidente che i nomi dei vincitori sono ricorrenti anche rispetto agli anni passati o a quello che state vedendo in tv in questi mesi (e qui trovate tutte le nomination, per scoprire anche chi è stato battuto)

Insomma, come se ce ne fosse bisogno, Modern Family è stato confermata come la Miglior Comedy: a ritirare il premio tutto il cast, con una bellissima Sofia Vergara ad attirare l’attenzione del pubblico, che ha seguito la cerimonia in diretta sia in Usa che in Italia.

Il premio più ambito insieme a quello vinto da Modern Family è quello relativo a Miglior Drama, vinto da Breaking Bad, che proprio in questi giorni vede l’evolversi sullo schermo della stagione finale.

A sorpresa, perché tutti si aspettavano la vittoria di Damian Lewis di Homeland, Jeff Daniels di Newsroom si è portato a casa la statuetta come Miglior Attore di una serie drama, mentre è stata riconfermata la bravura della collega di Lewis  Claire Danes come Miglior Attrice drammatica.

Jim Parsons di The Big Bang Theory si è portato a casa (di nuovo) la statuetta come Best Actor in a comedy, mentre il suo corrispettivo femminile è Julia Louis Dreyfus di Veep.

A mani vuote invece i grandi drammoni frutto del lavoro di super-produzioni e ingenti investimenti di budget come Game of Thrones, Downton Abbey.

E adesso, ecco l’elenco di tutti i vincitori degli Emmy Awards 2013:

Miglior drama
Breaking Bad

Miglior comedy
Modern Family

Miglior miniserie o film-tv
Behind the Candelabra

Miglior attore di una serie drama
Jeff Daniels, per il ruolo di Will McAvoy in “The Newsroom”

Miglior attrice di una serie drama
Claire Danes, per il ruolo di Carrie Mathison in “Homeland”

Miglior attore di una serie comedy
Jim Parsons, per il ruolo di Sheldon Cooper in “The Big Bang Theory”

Miglior attrice di una serie comedy
Julia Louis-Dreyfus, per il ruolo di Selina Meyer in “Veep”

Miglior attore di una miniserie o film-tv
Michael Douglas, per il ruolo di Liberace in “Behind the Candelabra”

Miglior attrice di una miniserie o film-tv
Laura Linney, per il ruolo di Catherine “Cathy” Jamison in “The Big C: Hereafter”

Miglior attore non protagonista di un drama
Bobby Cannavale, per il ruolo di Gyp Rosetti in “Boardwalk Empire”

Miglior attrice non protagonista di un drama
Anna Gunn, per il ruolo di Skyler White in “Breaking Bad”

Miglior attore non protagonista di una comedy
Tony Hale, per il ruolo di Gary Walsh in “Veep”

Miglior attrice non protagonista di una comedy
Merritt Wever, per il ruolo di Zoey Barkow in “Nurse Jackie”

Miglior attore non protagonista di una miniserie o film tv
James Cromwell per il ruolo di Arthur Arden in “American Horror Story: Asylum”

Miglior attrice non protagonista di una miniserie o film tv
Ellen Burstyn per il ruolo di Margaret Barrish Worthington in “Political Animals”

Miglior attrice guest star in un drama
Carrie Preston, per il ruolo di Elsbeth Tascioni in “The Good Wife”

Miglior attore guest star in un drama
Dan Bucatinsky per il ruolo di James Novack in “Scandal”

Miglior attrice guest star in una comedy
Melissa Leo, per il ruolo di Laurie in “Louie”

Miglior attore guest star in una comedy
Bob Newhart per il ruolo di  Arthur Jeffries/Professor Proton in “The Big Bang Theory”

Miglior reality show
The Voice