Emma Watson è stata oggetto di un’ondata di critiche quando alcuni giorni fa Vanity Fair ha pubblicato uno scatto del fotografo Tim Walker utilizzato per un servizio all’interno del magazine, la cui copertina è stata dedicata proprio all’attrice.

Nella fotografia l’interprete del recente La Bella e la Bestia è ritratta a seno parzialmente nudo, una posa affatto raro in questo genere di servizi, ma che ha scatenato le ire di alcuni fan, secondo i quali lo sfoggio di sensualità dell’attrice sarebbe in contrasto con il suo noto impegno femminista.

Nelle ultime ore la Watson ha scelto di rispondere a tutti i commenti che le sono arrivati, e che l’hanno lasciata decisamente sconcertata. Secondo l’attrice, infatti, una situazione del genere “mi svela sempre quanti errori e incomprensioni ci sono in merito alla definizione di femminismo”.

L’ex Hermione ha ribadito che “il femminismo riguarda il dare delle scelte alle donne. Il femminismo non è un bastone con il quale percuotere altre donne. È libertà, liberazione, uguaglianza. Non capisco davvero come le mie tette abbiano a che vedere con tutto ciò. La cosa mi confonde molto. Io stessa sono confusa, come la maggior parte delle persone. No, in realtà dovrei dire che sono sempre quietamente sorpresa”.

Una sintesi molto efficace del pensiero di Emma Watson su tutta la querelle si trova in un’intervista concessa alla BBC insieme a Dan Stevens, il co-protagonista del film della Disney che stanno promuovendo.

Quando questi, ignaro della questione, le ha chiesto cosa sia accaduto, l’attrice ha risposto con molta calma e un po’ di sconcerto: “Stanno dicendo che non posso essere una femminista e… avere il seno”.