Emma Marrone ha rivolto in un’intervista su Vanity Fair numerose critiche nei confronti di Suor Cristina Scuccia dicendo che la reputa “un insulto a quelli che come me sono nello showbiz”. Ovviamente non hanno tardato ad arrivare le risposte, prime tra tutte quelle del coach dell’idolo di The Voice: J-Ax risponde in modo pungente e mirato alla cantante salentina tramite il suo profilo di twitter (leggi qui la risposta di J-Ax). Ma il rapper non è l’unico a difendere a spada tratta Suor Cristina. Nelle ultime ore è intervenuto anche Marco Tombolini di Talpa Italia, produttore di The Voice of Italy.

“Evidentemente non ha visto il programma e non ha mai sentito Suor Cristina. Così Marco Tombolini replica alle parole della vincitrice della nona edizione di Amici di Maria De Filippi e continua dicendosi “amareggiato dalle parole di Emma che reputo una grande artista ma che mi sembra sembra esser scivolata su una buccia di banana. Capirei le sue parole se avessimo preso una suora e ne avessimo fatto una macchietta. Ma Talpa e Rai2 hanno scelto una strepitosa cantante, non una suora”.

Tombolini vuole ricordare al pubblico italiano che The Voice è nato proprio con lo scopo di esaltare la voce dell’aspirante cantante e non le sue fattezze fisiche o il personaggio che rappresentano. Per questo motivo esistono le Blind Audition, per permettere ai 4 coach di basarsi solo e unicamente sulle corde vocali del candidato, senza essere tratti in inganno dalla presenza scenica o dalla bellezza fisica. Per quando riguarda la vicenda del selfie con la banana (guarda qui l’immagine di Suor Cristina criticata da Emma), Tombolini precisa che “parlare di selfie con banana in tv mi sembra assai fuori luogo. Brava Suor Cristina a prendere spunto dalla vicenda di Dani Alves per dare un segnale contro il razzismo”, invitando Emma a ricredersi sulla figura di Suor Cristina perché “se passasse di qua sarei lieto di farle conoscere lei e il programma: è una ragazza intelligente e si ricrederebbe immediatamente”.