Dal 17 al 21 aprile a Lecce si terrà il 13° Festival del Cinema Europeo, che in questa edizione  ha deciso di eleggere Emir Kusturica come “Protagonista del Cinema Europeo”, sezione della manifestazione che ogni anno viene dedicata ad una personalità importante del mondo del cinema.

E Kusturica ricopre perfettamente questo ruolo.

La decisione, presa dai direttori del Festival Alberto La Monica e Cristina Soldano, è un omaggio alla carriera trentennale dell’attore e regista balcanico, che, fin dagli esordi, si è imposto per la sua originalità e controversia nel panorama del cinema internazionale.

Nato a Sarajevo nel 1954, raggiunge il successo negli anni ’80, quando riceve il suo primo Leone d’Oro a Venezia per il cortometraggio “Ti ricordi di Donny Bell?” (1981), a cui ha fatto seguito,  la Palma d’Oro di Cannes, quattro anni dopo, per “Papà è in viaggio di affari”.

Oltre a questi due titoli saranno proiettati anche “Il tempo dei giganti”, “Arizona Dream”, “Underground” (versione integrale del film che gli è valso la seconda Palma d’Oro), “Gatto nero, gatto bianco”, “Super 8 Stories”, “La vita è un miracolo”, “Promettilo” e “Maradona di Kusturica”.

Ma non solo film per omaggiare il grande regista.

È prevista una Mostra Fotografica e il concerto della band “Stribor Kusturica and the Poisoners”, fondata dal figlio del regista, che propone una visione musicale alternativa.