Non è la prima volta che Emilio Fede si lamenta della sua situazione economica, parlando spesso con toni fin troppo drammatici della sua condizione precaria. Solo qualche mese fa l’ex direttore del Tg 4 si era sfogato così in un’intervista radiofonica, lanciando una frecciatina anche a Berlusconi:

La mia situazione economica è drammatica. Anzi, peggio. Mi hanno svaligiato casa, hanno scritto falsità e mi hanno licenziato senza neanche un giorno di preavviso. Da un minuto all’altro mi sono ritrovato disoccupato e senza stipendio. Ho un appoggio di mia moglie, ex senatrice. Silvio non mi dà neanche un euro”.

Ritornando sull’argomento durante la trasmissione radiofonica “La Zanzara“ condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, Fede questa volta ha ammesso pubblicamente a quanto ammonta la sua misera pensione:

Ho una pensione da 8 mila euro al mese, dopo tanti anni di lavoro. Ma non mi bastano. Devo pagare la rata della macchina in leasing, l’autista, la badante e l’affitto di casa. Una volta non pagavo nulla. La cifra sembra alta ma devo pagare la benzina, la cameriera a ore e le bollette dei telefonini e quindi non mi resta nulla. In banca sono rimasti 12 mila euro, il resto è sotto sequestro. Per tre udienze in tribunale l’avvocato Alecci mi ha portato via 400mila euro, lei è stata condannata a restituirmi i soldi ma finora non lo ha fatto”.

Dichiarazioni forse un pò azzardate quelle dell’ex direttore che, ovviamente, hanno fatto indignare non poco gli ascoltatori del programma, costretti a vivere con molto meno di 8 mila euro al mese.