Si è spento a soli quarantasei anni Emiliano Liuzzi, giornalista livornese che attualmente lavorava per Il Fatto Quotidiano. Una morte improvvisa la sua, dovuta ad un attacco cardiaco, che ha lasciato parenti, amici e colleghi davvero increduli, oltre che addolorati. Emiliano Liuzzi si è sentito male nella notte compresa tra il 5 e il 6 aprile, mentre si trovava a Roma e per lui, purtroppo, non c’è stato nulla da fare.

Emiliano Liuzzi, che lascia due figli, era figlio di Livio, ex codirettore del Tirreno ed era giornalista professionista dal 1995. Oltre che per Il Fatto Quotidiano, avevo avuto occasione di lavorare anche per il Corriere delle Alpi e l’Alto Adige e nel 1997 di approdare al Tirreno. La collaborazione con Il Fatto Quotidiano era invece partita nel 2009 e due anni dopo, nel 2011, Emiliano Liuzzi era diventato anche responsabile della sezione Emilia Romagna della versione web de Il Fatto.

Ma Emiliano Liuzzi era noto anche al grande pubblico televisivo, visto che negli ultimi anni aveva spesso presenziato in tanti programmi tv di approfondimento giornalistico e talk show.