Ed Sheeran è finito in guai giudiziari che gli potrebbero costare molto cari. Il cantautore britannico dalla chioma rossa è stato infatti accusato di plagio e rischia di pagare un risarcimento addirittura di 20 milioni di dollari.

Il brano “incriminato” è “Photograph”, un pezzo scritto da Ed Sheeran insieme a Johnny McDaid, uno dei membri del gruppo indie-pop scozzese Snow Patrol. La canzone è presente nel secondo album del cantante “x” del 2014 ed è anche uscito nel 2015 come quinto singolo dal disco.

Il pezzo risulterebbe simile in maniera sospetta ad “Amazing”, canzone pubblicata nel 2009, interpretata da Matt Cardle, il vincitore dell’edizione 2010 di X Factor UK, e che è stato scritta da due autori e musicisti californiani, Martin Harrington e Thomas Leonard.

I due hanno accusato Ed Sheeran e Johnny McDaid di aver copiato il loro brano e hanno fatto causa per la cifra di 20 milioni di dollari a entrambi, ma sono stati citati in tribunale anche i rappresentanti di Sony/ATV Music Publishing, Warner Music Group e Atlantic Recording Corporation, che hanno pubblicato il pezzo finito sotto accusa.

Martin Harrington e Thomas Leonard sostengono che “Photograph” di Ed Sheeran presenti molte similitudini con la loro “Amazing”, in particolare nel ritornello. Tra le prove presentate al Tribunale di Los Angeles chiamato a esprimersi sulla causa sono stati presentati anche gli spartiti musicali dei due brani.

Harrington e Leonard per dimostrare la loro tesi possono contare sull’avvocato Richard Busch, esperto in questo genere di cause, visto che ha già vinto quella che vedeva “Blurred Lines” di Robin Thicke, Pharrell Williams e T.I., accusata di plagio nei confronti di “Got To Give It Up” di Marvin Gaye. Ora si attende il verdetto del Tribunale di L.A, ma sembra che Ed Sheeran possa avercela davvero dura.