Anche per i fan di Downton Abbey 4 è arrivato il momento di scoprire cosa è successo dopo i tristi episodi che hanno concluso la terza stagione. Scopritelo insieme a me in questo articolo!

Certo il clima che abbiamo lasciato sulla bellissima Downton Abbey 4 non è il più perfetto: due morti nell’aria, quella di Sybil e ultima, quella più tragica e sentita dai fan, di Matthew. Insomma, anche se le anticipazioni dicevano che avremmo ritrovato la famiglia Grantham/Crowley sei mesi dopo la tragedia, di certo questo primo episodio, attessissimo, della quarta stagione, non ha decisamente risollevato il morale. La più provata, ovviamente, è Lady Mary, che si è ritrovata vedova nel momento più bello della sua vita: quello in cui è diventata madre del piccolo George. Per tutti i sessanta minuti la vediamo algida, quasi regredita al ruolo di terribile virago della prima stagione. Mary si è ammorbidita nel corso degli anni grazie all’amore e alla vicinanza di Matthew: adesso che il suo amore non c’è più, dovremo assistere a un ritorno al passato?

Intorno a Lady Mary la vita di Downton va avanti: come annunciato molti mesi fa, l’attrice Siobhan Finnery che interpretava O’Brien ha abbandonato lo show e lo ha fatto alla chetichella: la vediamo (anzi, sarebbe meglio dire che non la vediamo per niente) mentre lascia due lettere, una per la sua padrona, l’altra per la servitù e allontanarsi per sempre dalla casa che ha visto tanti suoi intrighi venire alla luce.

Al suo posto, Thomas continua a tramare, questa volta contro la Nanny dei piccoli George e Sibbie: tramando, a caso, scopre la malafede della donna, che viene scoperta a maltrattare la figlia di Sybil e Tom, l’ex autista, e a prediligere invece il figlio “nobile”, frutto dell’amore della famiglia Crowley.

E ancora, la modernità, che in Downton Abbey arriva lentamente ma quando appare, è come un fulmine: il frullatore usato in cucina che spaventa la signora Patmore, terrorizzata per aver scoperto di essere sostituibile; e poi Edith, che, tra tutte le figlie di Lord Grantham, è riuscita ad affrancarsi dal ruolo di signora del forte e lavora, frequenta Londra e un uomo sposato, quasi meditando una convivenza.

Downton Abbey è, come sempre, un affresco bellissimo dell’epoca (ora siamo circa negli anni venti). Man mano che gli anni (televisivi) passano, scopriamo un mondo delineato al meglio, nei minimi dettagli: un piacere per gli occhi e per la vista.