Come già accaduto diverse volte nella loro storia, I Simpson hanno nuovamente previsto il futuro e questa volta con una dovizia di particolari inquietante: oggetto della predizione è stato Donald Trump e la sua elezione a presidente degli Stati Uniti.

Andata in onda inizialmente il 19 marzo del 2000, la puntata Bart to the Future mostrava il possibile futuro dell’universo narrativo de I Simpson: mentre Bart cercava di sbarcare il lunario come poteva, la sorella Lisa era invece diventata presidente degli Stati Uniti.

Durante una riunione con il suo staff ecco arrivare il riferimento alla precedente amministrazione, quella di Donald Trump, dalla quale hanno ereditato un grosso buco di bilancio. Lo sceneggiatore della puntata, Dan Greaney, ha affermato che si era trattato di un avvertimento per l’America, quello che ai tempi “sembrava l’ultimo passo logico prima di toccare il fondo”.

Mentre invece è molto più recente la famosissima scena dell’ascensore vista molto spesso negli ultimi tempi, in realtà realizzata dopo il suo effettivo verificarsi nella vita reale e quindi per nulla “visionaria”. Si tratta di un corto pubblicato solo online chiamato Trumptastic Voyage, parte della campagna di marketing per il lancio della ventiseiesima stagione (ora siamo arrivati alla numero 27).

In ogni caso resta singolare il modo in cui il team di sceneggiatori di un cartone animato, invero molto attento all’attualità come sono sempre stati I Simpson, erano riusciti ad attribuire una volontà politica a un uomo che ai tempi era “solo” il proprietario di un grandissimo impero mediatico.