L’attore canadese Donald Sutherland spegne oggi le sue ottanta candeline. Nato il 17 luglio del 1935, a Saint John, Donald Sutherland può considerarsi come uno degli attori più versatili che esistano: nella sua sterminata filmografia ha interpretato ogni genere di ruolo e non si è negato neppure alla televisione, prendendo parte a molte serie tv.

La sua carriera cinematografia inizia negli anni Sessanta e prosegue ininterrotta fino ai giorni nostri, quando Donald Sutherland recita nella saga di The Hunger Games. Nel corso degli anni è apparso in film leggendari come M*A*S*H, Animal House di John Landis, Il Casanova di Federico Fellini, Novecento di Bernardo Bertolucci, Assassino sul ponte, Gente comune di Robert Redford oppure Cittadino X (per cui vince un Golden Globe).

Il suo rapporto con il cinema italiano, come si comprende anche dalla lettura di alcune delle pellicole in cui ha recitato, è sempre stato molto profondo: Donald Sutherland ha infatti debuttato su grande schermo proprio con un film italiano, Il castello dei morti viventi, horror diretto da Luciani Ricci e Lorenzo Sabatini nel 1964. Nel 2013 ha invece lavorato con Giuseppe Tornatore, per il film La migliore offerta.

I ragazzi più giovani lo conoscono soprattutto perché interpreta il ruolo del dittatore Snow in The Hunger Games ma come già anticipato, Donald Sutherland non ha disdegnato neppure ruoli televisivi nel corso della sua carriera. Ha infatti preso parte a serie televisive come Una donna alla Casa Bianca, Dirty Sexy Money e Crossing Line ma anche a film tv come La rivolta di John Avnet, L’isola del tesoro e Salem’s Lot.