L’attore Domenico Diele, famoso per la sua partecipazione a Don Matteo e 1992, è stato arrestato nel salernitano dopo aver investito e ucciso, sotto effetto di sostanze stupefacenti, una donna nella notte di venerdì in un incidente stradale. Le agenzie di stampa che riportano la notizia scrivono che probabilmente l’attore era sotto effetto di stupefacenti al momento dell’incidente.

Domenico Diele è uno degli attori e volti della fiction italiana più conosciuti dal pubblico televisivo poiché sono molte le sue partecipazioni in sceneggiati come Don Matteo, C’era una volta studio 1, 1992, 1993 e in questo periodo era impegnato nel set di Voglio una vita spericolata per la regia di Marco Ponti. E proprio nei luoghi del set è avvenuta la tragedia, nei pressi dell’uscita autostradale di Montecorvino Pugliano. La vittima, 48 anni, si chiamava Ilaria Dilillo e stava tornando a casa in sella al suo scooter dopo una serata passata fra amici.

L’Ansa scrive:  “Una macchina l’ha violentemente tamponata facendola cadere al suolo”. Domenico Diele, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa,  “non avrebbe potuto guidare la sua Audi A3, perché gli era stata sospesa la patente per un precedente problema di utilizzo di stupefacenti. Invece era al volante, ancora sotto l’effetto di cannabinoidi e oppiacei. Gli agenti della Polizia stradale di Eboli lo hanno arrestato con l’accusa di omicidio stradale aggravato, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto”.