Diciamola tutta, gli ultimi film prodotti dalla Marvel e dedicati al cinematic universe non sono stati eccezionali, tutt’altro. Da Captain America: The Winter Soldier, passando per Guardians of the Galaxy, Avengers: Age of Ultron, Ant-Man e Captain America: Civil War sembrava un po’ smarrita la capacità di sorprendere lo spettatore con della reale creatività. C’è voluto un personaggio “minore” come Doctor Strange a far tornare i film sull’universo Marvel ad un livello davvero alto.

Lo diciamo senza mezzi termini: è uno dei film sui supereroi più belli mai visti sullo schermo. Perché? Per tre motivi: effetti speciali impressionanti e messi al servizio della storia, attori di alto livello come Benedict Cumberbatch e Tilda Swinton, dialoghi molto divertenti e sceneggiatura ben scritta.

Gli effetti speciali e la creatività nel rappresentare la magia e i mondi alternativi in cui Strange e i protagonisti si muovono non sono paragonabili a nessun altro film, è come assistere a una versione “on steroids” delle scene oniriche di Inception di Christopher Nolan. Vedendo il film in 3D si ha davvero l’impressione di essere dentro un incubo, un mondo psichedelico che solo grandi pittori come Escher hanno saputo rappresentare.

Il regista Scott Derrickson (autore di Ultimatum alla Terra e The Exorcism of Emily Rose solo per citare i due film più noti), in un’intervista riportata anche su Wikipedia, ha chiaramente messo in evidenza la sua volontà di ispirarsi all’opera di Escher:

“C’è moltissima arte surrealista e fotografica e M.C. Escher che hanno avuto un ruolo importante nella parte visuale del film. Volevamo usare effetti visivi all’avanguardia per fare delle cose nuove e mai viste, non semplicemente per far saltar in aria le cose”.

Gli attori sono veramente bravissimi, sia i protagonisti che i comprimari. Tra tutti spicca ovviamente Benedict Cumberbatch, capace con il suo talento di dare spessore, ironia e credibilità al personaggio di Strange. L’interpretazione di Cumberbatch e la sua immedesimazione nel personaggio sono a livello di quanto fatto da Michael Fassbender e Ian McKellen con Magneto negli X-Men.

Ottimo anche il lavoro di scrittura, che si vede nella sceneggiatura, nell’ottima caratterizzazione dei personaggi e soprattutto nei dialoghi che hanno ritmo e sono davvero divertenti, merito del lavoro dello stesso regista Scott Derrickson, di Jon Spaihts, Robert Cargill e Dan Harmon.

Insomma Doctor Strange è un film consigliatissimo, senza dubbio il miglior film sui supereroi di quest’anno, e probabilmente uno tra i migliori film del 2016, anche se non amate i supereroi.

Il film, che arriva nelle sale italiane da oggi, è distribuito in oltre 600 copie da The Walt Disney Company Italia.