Ancora una volta le grandi case di produzione hollywoodiane si trovano a confrontarsi con gli hacker: in queste ore è toccato alla Disney, che si sarebbe vista sottrarre i file contenti il film Pirati dei Caraibi La Vendetta di Salazar.

La pellicola è in uscita tra il 24 e il 26 maggio in tutto il mondo, ma il gruppo di pirati informatici ha minacciato di mettere online l’opera qualora non venga pagato un riscatto tramite Bitcoin.

La minaccia degli hacker, ancora senza identità, pare essere progressiva: prima verranno pubblicati spezzoni da 5 minuti, poi da 20 e così via fino all’interezza del film di cui è protagonista Johnny Depp.

Considerando quanto il franchise sia stato fruttuoso per la Disney non è una sorpresa venire a sapere che il riscatto – la cui entità esatta è ignota – è stato definito come enorme.

La casa di produzione però non ha voluto cedere, per quanto gli esperti riferiscano che sarà molto difficile arrivare a catturare gli hacker in tempi brevi.

La vicenda ricorda da vicino l’analoga richiesta di riscatto che Netflix ha ricevuto da alcuni hacker che hanno messo online gli episodi della quinta stagione della serie tv Orange is the New Black. Anche in questo caso la società americana ha scelto di non cedere alle minacce, e per ora i risultati di download illegale sembrano avere dato ragione a Netflix.